Ventiperventi mettici la faccia rewind

Nel laboratorio “vascio”  di lineadarte Officina Creativa
nella notte di Halloween si è inaugurata la rassegna  artistica dal titolo Ventiperventi mettici la faccia rewind.

Una manifestazione a tema  in cui si chiedeva all’artista di rappresentarsi in una sorta di mattonella  di  20×20 centimetri, un piccolo autoritratto che esprimesse il suo spirito,  il suo animo e la sua interiorità.
Ed ecco che i suggestivi spazi del “vascio” a  pochi passi dalla Chiesa delle “anime purganti”, ricavato da antiche cantine con il soffitto a volta di un antico palazzo, si è popolato di arcane presenze e misteriosi volti.
Alcuni sono  sistemati nella propria scarabattola altri, ordinatamente disposti, ci ricordano le  “capuzzelle” dell’ipogeo di San Pietro ad Aram.

ventiperventi locali mostra
I suggestivi locali della mostra

La rassegna Ventiperventi è curata da Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma ed è stata allestita nel loro laboratorio artistico via San Paolo 31, situato in uno dei cardini che unisce il decumano maggiore a quello superiore dell’antica Napoli, in una zona pregna di storia, arte, misteri e fantasmi.

ventiperventi locali mostra

Il “ventiperventi” è una manifestazione che si rinnova da oltre un decennio sempre con temi diversi a cui rispondono con entusiasmo artisti da tutto il mondo.
Quest’anno circa 150 gli artisti selezionati che hanno aderito alla manifestazione e notevole è la presenza femminile. Presenti opere nelle più disparate tecniche artistiche, tutte rigorosamente di formato 20×20  come le antiche “riggiole” settecentesche napoletane .

Un vero laboratorio sperimentale di tecniche, materiali, colori dove gli autori si esprimono in modo libero ed originale, lontani da ogni logica di mercato, in sempre nuovi, interessanti esperimenti artistici. Una vera avanguardia alla scoperta di nuove forme espressive.
Molte opere sono di grande suggestione e innovazione e  colpiscono per la loro originalità, tecnica e perizia di esecuzione.

L’allestimento è stato curato con la massima attenzione sia per quanto concerne l’illuminazione, sia per la disposizione di ogni singola opera che, anche se di dimensione ridotta, è ben visibile ed esaltata nel miglior modo possibile .
Molti lavori sembrano legati da un filo immaginario alla notte di Halloween. Miti e usanze arcaiche occidentali, il culto dei morti in   connubio con miti celtici, streghe, stregoni e fantasmi: l’arcano e l’esoterico napoletano uniti con un filo sottile alla tradizione nord europea.

Tra i Ventiperventi:

Fernando Pisacane unisce il suo “essere” ai colori del mistero, alla magia, alla superstizione in un mondo ancestrale e partenopeo

ventiperventi

Misteriosa e originale anche l’opera di Salvatore Audino che ha usato elementi naturali che ci riportano in lugubri boschi e foreste misteriose ove uno strano volto e cerchi concentrici a guisa di pupilla  ci riportano ad antichi miti e leggende.

ventiperventi

Interessante anche l’originale trittico di Piera Fidentea che ci spia col suo sguardo di mistero  in una chiave sicuramente moderna ma egualmente suggestiva e arcana.

ventiperventi

Informale  ma ugualmente d’effetto il trittico di Daniela  Chionna  dove  un connubio di tecniche e materiali  suscita interesse ed attenzione.

ventiperventi

Il volto criptico del cubo di Paolo Villani  con i suoi colori stemprati e misteriosi,  ci osserva e ci spia esprimendo le varie facce del suo essere.

ventiperventi

Molto interessante è il metafisico volto in  chiave moderna  e inusuale  che si esprime nell’originale  opera di Annalisa Mitrano.

Esposte anche opere dei padroni di casa: un autoritratto di Gennaro Ippolito che ci ricorda le statuine delle “anime del purgatorio” presenti in molte  edicole votive partenopee. La sua  immagine  sorge da una materia lavica ed è trattenuta  da una misteriosa spilla da balia;

originale e di grande effetto l’ opera  di Giovanna Donnarumma,   un volto illuminato e arcano  che inquietantemente ci spia da una tela rovesciata.

Da menzionare anche lo sconcertante autoritratto di Antonio d’Antonio

e la misteriosa escrescenza sullo specchio di  Lucia Schettino.

Un altro bel trittico, meno sperimentale ma elaborato con perizia e tecnica pittorica fra il metafisico e il surreale, quello di Silvia Rea.

Naturalmente è impossibile citare  tutte le opere esposte. Quello che desidero sottolineare è che nel complesso si ha una buona visione d’insieme con  una notevole consapevolezza  dell’essenza del tema che  nelle collettive sicuramente è difficile da ottenere.
Spero che i tanti volti degli artisti presenti nei lavori esposti e non citati non mi perseguitino nel mio sonno. Una mostra interessante e varia che merita una visita.

Orari di visita

La rassegna Ventiperventi resterà aperta  tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dal 31 ottobre al 21 novembre  dalle 17.30 alle 20.00

La manifestazione può essere visitata  anche  on-line  sul  sito
www.ventiperventi.org

Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere a: infolinelineadarte@gmail.com

Artisti partecipanti  :

Araujo Maria Darmelii Aspide Aurora Audino Salvatore Balzano Ciro Barba Calogero Barba Vincenzo Bellucci Maria Bevilacqua Marco Bifulco Maria Bocci Rovena Bogliacino Mariella Bossi Cecilia Bucci Rossana Buffarini Tenenti Claudio Caccavale Alfonso Caetano Sirlei Candileno Pina Caravita Lamberto Carbone Antonio Carnuccio Gilda Carotenuto Umberto Caruso Mara Cecere Rosaria Cenci Fabiola Chionna Daniela Citro Mario Claude Fabien Cognigni Anna Maria Coppola Anna Cruciani Giorgia Cutolo Anna Maria D’Antonio Antonio D’Onofrio Serena Daddario Giggi Damasceno F. M. Julieta De Marchi Antonio Gherini De Palma Teo Dealessi Albina DeSiato Paco Di Martino Maurizio Di Miceli Lucia Di Sena Maria Di Trani Gabriella Donnarumma Giovanna Ecker Köhler Jeanete Esposito Maurizio Famiglietti Grazia Favaro Lara Feleppa Federica Fellino Salvatore Feriozzi Luigi Maria Ferro Davide Fidentea Piera Fogliato Lima Therezinha Forte Immacolata Franzese Rocco Furia Adriana Gambardella Stelvio Giovagnoli Angela Gubinelli Paolo Gutierrez Luiza Ippolito Gennaro Iuliucci Silvia Kronbauer Leite Jussara Lambitelli Paola Lavagnini Gloria Veronica Leonardi Silvana Liberti Federica Liccardi Stefania Liuzzi Oronzo Liz Mimì Luzzatto Tania Maggi Ruggero Magnabosco Nadia Makrucz Marcela Manciati Loredana Mancini Fernanda Manna Maria Marrali Calogero Marsigliotti Emanuele Martone Giordano Mascia Maria Medda Maria Grazia Michelotti Monica Mingaleev Marat Mitrano Annalisa Molinari Mauro Monaco Iole Montà Fernando Nadir Valvach Olmeda Melita Orecchia Pierangela Panella Franco Pannullo Rosanna Pazlevozan Hilda Perucci Patrizia Petrelli Mariella Piscitelli Maria Pisacane Fernando Presotto Vera Presotto Nadia Racioppoli Gianfranco Raucci Antonio Rea Silvia Riccio Ada Romano Mario Romualdo Luciano Ronconi Elisa Rostagno Letizia Ruggiero Giovanni Ruoppolo Luciana Sabato Marialuisa Sansone Gino (Luigi) Santi Fabio Sassanelli Antonella Saviano Agostino Savini Sara Scala Roberto scala Ugo Schettino Lucia Seghizzi Paolo Soccol Marasca Ermínia Sormani Antonio Sperandio Balconi Jane Springborn Radina Stoica Laurentiu Storto Ivana Testa Floriana Toniolo Kuhn M. do Carmo Traettino Marisa Tufano Ilia Urbani Maria Gabriela Van Der Maden Marijcke Vanfiori Eugenio Vassetti Sandra Vecchione Daniela Vella Generoso Verio Francesco Vescovi Valentina Vetrano Marzia Vianello Claudia Villani Paolo Vitiello Raffaella Vitolo Marina Yagües Pepe

1 Comments

  1. Mariella Ramondo ha detto:

    complimenti!
    Mi piacerebbe partecipare con le mie opere ad eventi non a pagamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP