Venezia 76 – Il sindaco del Rione Sanità

Il Sindaco del Rione Sanità di Eduardo De Filippo diventa un film di forte attualità, capace di raccontare l’eterna lotta tra bene e male, grazie alla elegante regia di Mario Martone che, per il secondo anno consecutivo, è in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.

Antonio Barracano, uomo d’onore che sa distinguere tra gente per bene e gente carogna, è ‘Il Sindaco’ del Rione Sanità. Con la sua carismatica influenza e l’aiuto dell’amico medico amministra la giustizia secondo suoi personali criteri, al di fuori dello Stato e al di sopra delle parti. Chi ‘tiene santi’ va in Paradiso e chi non ne ha va da Don Antonio, questa è la regola. Quando gli si presenta disperato Rafiluccio Santaniello, il figlio del fornaio, deciso a uccidere il padre, Don Antonio riconosce nel giovane lo stesso sentimento di vendetta che da ragazzo lo aveva ossessionato e poi cambiato per sempre. Il Sindaco decide di intervenire per riconciliare padre e figlio e salvarli entrambi.

Il sindaco del rione Sanità nasce dall’allestimento dell’omonima commedia, che il regista napoletano firmò due anni fa al Nest, coraggioso avamposto teatrale di San Giovanni a Teduccio, edificato da quattro giovani attori, “pusher di cultura” nella tormentata periferia del Golfo. Non a caso il protagonista – in scena e sul set – è uno di quegli attori, Francesco Di Leva, e nel cast ne compaiono altri due, Adriano Pantaleo e Giuseppe Gaudino. Spostando l’ambientazione ai giorni nostri, il regista ha adeguato il Sindaco alla criminalità odierna, attualizzando una drammaturgia che non smette di interrogarci.

uomo col cappuccio che guarda alla finestra
Antonio Barracano, il Sindaco del Rione Sanità

Il Sindaco di Eduardo De Filippo, Antonio Barracano, è un uomo di settantacinque anni, quello del film di Martone ne ha la metà. Un così deciso spostamento d’età del sindaco protagonista consente in questa pellicola di mettere il grande testo di Eduardo alla prova della contemporaneità (oggi i boss sono giovanissimi e Napoli è piena di paranze di bambini) e di leggerlo come nuovo.

Il sindaco è un attualissimo testo del 1960. Rivoluzionandolo, Martone ha compreso la sua forza. Eduardo parla della Napoli di oggi, del conflitto tra le due città, quella perbene e quella permale. I napoletani conoscono bene quel rapporto, fatto a volte di abbracci ambigui e feroci. Due sono i personaggi chiave che lo rappresentano e che nel film sono esaltati. Il primo è Arturo Santaniello: Massimiliano Gallo è perfetto nel ruolo di questo panettiere risoluto che è il vero antagonista di Barracano. L’altro è il dottore, Della Ragione. Eduardo non spiega come mai il figlio di un docente universitario sia finito in quella famiglia di camorristi. Dettaglio intrigante, ricco di un’ambiguità pinteriana: un assassino che controlla il quartiere, oltre la Legge, e un borghese napoletano nella stessa casa. Calcare la mano su entrambi voleva dire enfatizzare la relazione tra le due città.
Ma non ci si aspettino le illusioni del vecchio Barracano nato nell’Ottocento, che ancora consentivano di tracciare dei confini morali: qui affiora un’umanità feroce, ambigua e dolente, nella quale il bene e il male si confrontano in ogni personaggio e le due città di cui sempre si parla a Napoli (la legalitaria e la criminale) si scontrano in una partita sorprendente.

tre persone sedute attorno ad un tavolo in veranda
una scena del film


IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ

Venezia 76 Concorso

Regia: Mario Martone
Produzione: Indigo Film (Nicola Giuliano, Francesca Cima, Carlotta Calori), Rai Cinema, Malìa (Alessandra Acciai, Giorgio Magliulo, Roberto Lombardi)
Durata: 118’
Lingua: dialetto napoletano, italiano
Paesi: Italia
Interpreti: Francesco Di Leva, Massimiliano Gallo, Roberto De Francesco, Adriano Pantaleo, Daniela Ioia, Giuseppe Gaudino
Sceneggiatura: Mario Martone, Ippolita di Majo
Fotografia: Ferran Paredes Rubio
Montaggio: Jacopo Quadri
Scenografia: Carmine Guarino
Costumi: Giovanna Napolitano
Musica: Ralph P
Suono: Maurizio Argentieri, Silvia Moraes
Effetti visivi: Rodolfo Migliari
Note: dalla commedia Il Sindaco del Rione Sanità di Eduardo De Filippo

Uscirà con Nexo Digital, soltanto dal 30 settembre al 2 ottobre.

Già a inizio mese si potranno acquistare i biglietti su Internet. Come per un concerto. Il mondo dell’audiovisivo cambia, ed è giusto sperimentare.

Caporedattore cinema per Whipart

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP