Monica Guerritore e Francesca Reggiani in “Mariti e mogli”

ERT FVG Monica Guerritore con Mariti e mogli porta in scena l’adattamento teatrale di un Woody Allen d’annata (1992) dopo averne ottenuto i diritti in esclusiva.

In una sala da ballo – che diventa estemporanea sala da pranzo, confessionale, … – dove solitamente si incontrano varie coppie di amici per passare una lieta serata fuori dalle stressanti dinamiche del mondo reale, Jack (Maddaloni) e Sally (Guerritore) annunciano a tutti di volersi serenamente separare per una sopraggiunta stanchezza nel rapporto (soprattutto sessuale).


Questa rivelazione provoca un’onda d’urto che scatena l’effetto domino: confronti, scontri, rivelazioni, scoperte si scatenano, con la complicità di una convivenza forzata dovuta alle ostili condizioni meteo, e mettono in luce piccole grandi bugie e timori sui quali navigano, comunemente, quotidianamente le relazioni uomo-donna.
Desideri mai rivelati, segreti non condivisi per convenienza o paura, tradimenti, ribellioni, minacce, parole subito tradite dai fatti. Un carosello di incontri-scontri.
La pièce scritta e diretta dalla Guerritore naviga tranquilla mantenendo un ritmo quieto, un po’ troppo dilatato, ma con due ottimi picchi teatrali che insaporiscono il tutto: la rivelazione del tradimento come effettivo motivo di separazione tra i protagonisti, nella quale si mostra tutto l’orgoglio di una moglie scartata – e qui la Guerritore mette in mostra una grinta recitativa superlativa che dà sostanza ironica e allo stesso tempo drammatica al siparietto – e il gran finale.

Purtroppo, momenti (ec)citati a parte, il risultato non brilla né per carica drammatica né per divertimento, mantenendosi in un compassato equilibrio che si avvale di belle atmosfere create dall’incontro tra scene e luci e un bel gruppo di attori: oltre alla stessa Guerritore, spiccano Ferdinando Maddaloni (perfettamente a suo agio ed estremamente elegante) e una Francesca Reggiani mai così misurata e naturale.

Ottimo successo di pubblico.

MARITI E MOGLI

regia e drammaturgia di monica guerritore
dalla sceneggiatura del film omonimo di woody allen
con monica guerritore, francesca reggiani
con ferdinando maddaloni, cristian giammarini
e con enzo curcurù, lucilla mininno, malvina ruggiano, angelo zampieri
produzione: a.artistiassociati/ parmaconcerti

durata: 105 min. senza intervallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP