Massimo Lopez e Tullio Solenchi Show

Cinema Teatro Sociale, Gemona (UD) – C’è sempre un certo timore quando ci si accosta a spettacoli che, ad una prima e distratta occhiata, appaiono come il rientro in scena di mostri sacri con una sorta de “il meglio di”. Il pericolo dietro l’angolo è che, invece, sia “il meglio fu”, venato di malinconia e tristemente pennellato di sketch ormai superati, stanchi e inflazionati.
Per fortuna, poi ci sono Massimo Lopez e Tullio Solenghi: un’altra storia, un’altra classe e una intatta, superlativa, capacità di prendersi lo spazio teatrale e catturare la delizia dello spettatore con un manifesto di umiltà professionale e necessità artistica che arriva intatto ai presenti.
L’intento è svelato sin dall’apertura del drappo: l’inesistente apparato scenografico, il basilare apporto lumino-tecnico e l’accompagnamento dal vivo della Jazz Company fanno capire quanto i due si appoggiano totalmente, direttamente alla loro capacità di comunicare con la platea e alle armi comiche del loro repertorio.


Ed è una scelta assolutamente vincente perché i due sono mattatori ancora freschissimi e strappano più di qualche grassa risata con le molte imitazioni, classiche e non, la spassosissima mimica plastica, gli effetti vocalici in cui Lopez eccelle, le canzoni swing e molto altro.
Non c’è un filo conduttore vero e proprio, ma è un varietà caleidoscopico pieno di umorismo ed eleganza che sa solleticare anche momenti bassi con la consapevolezza di potersi immediatamente rialzare con la classe dei due assi.
Uomini di spettacolo d’altri tempi, ma che non danno mai l’impressione d’essere fuori tempo massimo: trasversali, complementari, multidisciplinari, la loro comicità è collaudata dall’esperienza e dalla complicità e funziona terribilmente bene anche oggi.


Tra i numerosi momenti da ricordare: la presentazione iniziale in stile show americano, deliziosamente autoironica; la Patti Pravo decomposta di Lopez che poi s’inventa anche un perfetto Bergoglio e un’incredibile, schizofrenico, Giuseppe Conte; il plurilinguismo amletico di Solenghi.
Il tutto accompagnato con classe, in un raffinato sottofondo, dalla Jazz Company band che si avvale del superbo assolo sax di Gabriele Comeglio e della calda vocalità e delle percussioni di Caterina Comeglio.
Uno spettacolo spassoso, rilassante, mantecato perfettamente con musica e risate da cui si esce ricaricati d’una energia veramente positiva.

ERT FVG presenta

MASSIMO LOPEZ E TULLIO SOLENGHI SHOW
di e con massimo lopez e tullio solenghi
con la jazz company diretta dal M° gabriele comeglio

produzione: international music and arts / stemal / jazz company

Durata: 2 ore senza intervallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP