Blue Insert, a me ricordi il mare

Da Piazza Dante si vede il mare? Forse sì, come non lo avete mai visto, fatto di “colori già scritti nel buio leggero tra i rottami acerbi della memoria e i vicoli sporchi della tv”. Forse sì, provate a chiudere gli occhi, “tra i suoni scalfiti da un tempo sbandato” il mare è a un passo da voi, proprio nel cuore di Napoli al primo piano del Punk Tank, un locale che ha fatto della contaminazione artistica la sua cifra stilistica. 

Salendo le scale, perdetevi tra un aperitivo e un libro dal vago sapore di quella controcultura che non si trova più così facilmente, girate l’angolo, imbattetevi in una jam session e continuate a camminare. In fondo proprio davanti a voi eccolo il mare, fatto da quei colori che sono tanto cari a Lucio Salzano, quei blu leggeri, tratteggiati, buttati sulla tela, graffiati a voler fermare con forza un momento della propria memoria, magari un istante particolarmente intenso come lo sono le tre opere che vanno a formare il trittico inedito esposto al Punk Tank.

Quella di Lucio Salzano non è una mostra, piuttosto un momento di aggregazione dove tutto va a completare una sua visione,  pensieri stratificati, grovigli aggiunti uno sull’altro come certe onde del mare. Bolle di sapone sparate tra le persone, parole scritte a mano su carta , versi recitati e cancellati come a ricordarci che non tutto possiamo fermare. Tra i suoni della città violenti e disturbanti il rumore del mare possiamo portarlo dentro di noi se riusciamo a non farci distrarre. Se riusciamo a lasciarci andare. Se chiudiamo gli occhi tra i suoni scalfiti da un tempo sbandato, la musica di Lucio, realizzata per l’occasione, inventatosi compositore per un giorno, ci porterà a vedere il mare a piazza Dante come davvero non lo abbiamo mai visto. Fatto di quel blu che tanto caratterizza il suo lavoro e che rappresenta in una visione più ampia la nostalgia portoghese, la saudade, una strana malinconia che ricorda l’apucundria nostrana, che ha il sapore dei sogni.

Fino a mercoledi sarà possibile ritrovarsi sullo Yacht of dreams di Lucio, qui al Punk Tank in una versione digitale su tela e presentata due anni fa a Palazzo Venezia come scultura, e lasciarsi andare alle proprio malinconie mischiandole con quelle dell’artista per una contaminazione possibile solo grazie all’arte, anzi a tutte le arti presenti in una sola stanza.

Siamo il risultato di più varianti, siamo la somma di quello che ascoltiamo, leggiamo, scriviamo e vediamo. Noi siamo tutto questo, il Punk Tank raccoglie e accoglie tutte queste esperienze, piazza Dante fa da crocevia di vite e culture diverse, mescolate come i blu sulla tela e Lucio Salzano come un maestro d’orchestra dirige e ci dirige alla scoperta del mare.

Non potrete più passare per piazza Dante senza sentire il rumore del mare e il sale sulla pelle.

Blue Insert
Opere di Lucio Salzano
Dal 22 giugno al 20 luglio 2022
Punk Tank cafè, Piazza Dante 40 – Napoli
Ulteriori informazionipunktankcafe@gmail.com – 331 141 6842
Visita il sitohttps://www.luciosalzano.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP