Io Sono Medea: il terzo appuntamento dei Racconti di Dioniso ad Avella

Prosegue la kermesse di teatro interattivo I Racconti di Dioniso, a cura di Nicola Le Donne. Per il terzo appuntamento di questa III edizione, Laura Pagliara sarà protagonista del monologo Io Sono Medea, che avrà luogo sabato 9 luglio, ore 21.00 alle Tombe Romane di Avella (AV).

Una donna, una maschera, un’immagine che attraversa il tempo e il nostro palco, quel tempo che la deforma e la ricrea. Chi è davvero Medea? 

Io sono Medea - Laura Pagliara

Una storia, una voce, anzi un coro di voci e visioni prospettiche. Medea passeggia fra i contemporanei e racconta da una diversa angolazione ciò che le è accaduto. Tra storia e leggenda, il suo personaggio ci viene solitamente restituito con le sembianze di una strega, la spietata fattucchiera che ha barbaramente ucciso i suoi stessi figli per vendicarsi dell’amor perduto. Ma è davvero tutto qui?

Io sono Medea - Laura Pagliara


«Io Sono Medea nasce nel 2014 – racconta Laura Pagliara – a seguito della lettura di Medea. Voci di Christa Wolf e per esigenza di raccontare l’altra versione della storia, la donna messa brutalmente a tacere, come tante altre donne bistrattate nel corso dei secoli».

Lo spettacolo è la messa in scena di un dolore e il racconto di una storia d’amore dal triste epilogo. Questa Medea si è unita alla tragedia originaria di Euripide per poi evolversi ulteriormente. Nella storia c’è sempre stata una forte dualità: si racconta il punto di vista dei due contendenti, che da un lato vede Giasone e il re Creonte delineare la figura della crudele strega; dall’altra parte della sponda c’è invece la donna e i suoi sentimenti.


«Essendo un monologo, inizialmente mi sono concentrata sul far emergere la Medea bianca – prosegue Pagliara. Poi ho introdotto anche la Medea nera! È Maria Giusy Bucciante, danzatrice e attrice a dare corpo all’anima oscura. Io sono la voce e lei il corpo. La dissonanza tra le due spiritualità mi ha dato spunto per creare un fitto gioco di prospettive da restituire, si spera, al pubblico».

Io Sono Medea
Tombe Romane di Avella (AV)
sabato 9 luglio, ore 21.00

Costi
biglietto intero: 10,00 €
biglietto ridotto: 5,00€ dai 6 ai 10 anni
gratis fino a 5 anni e persone con disabilità
sconto insegnanti: 8,00 €

Prenotazione obbligatoria ainfo@mens-lab.it – cell. 379 237 7322- 389 872 9750

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP