Inizia a Bologna XXXV edizione del Cinema Ritrovato

Pregustiamo la nuova, ricchissima (va sottolineato), rassegna di Il Cinema Ritrovato, a cura della Cineteca di Bologna, con una grande opera di Jean Renoir, anch’essa in qualche modo “ritrovata”: Les Basfonds (“Verso la vita”, 1936). Tratta da una pièce omonima di Maksim Gor’kij del 1902, sul grande – anzi grandissimo – schermo di Piazza Maggiore, si avvale dell’interpretazione un monumentale Jean Gabin, che tiene la scena di una storia, appunto, di bassifondi, miseria e nobiltà. Gabin è affiancato, tra gli altri, da un altro attore di notevole statura e poco conosciuto in Italia, Louis Juvet. Hanno presentato il film un ospite come Nicolas Seydoux, presidente dal ’75 al 2004 della gloriosa casa cinematografica Gaumont, e naturalmente Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca, colui il quale pochi mesi prima di lasciarci, Agnès Varda, su quello stesso palco, aveva definito “monsieur le Cinéma”.

Seydoux e Farinelli sul palco di Piazza Maggiore.

I presupposti per una bella estate di cinema, per quanti resteranno in città, ci sono tutti. Un altro piccolo passo verso la normalità sostenuti da queste pellicole da sogno. Si parte il 20 luglio, con la presenza sul palco di Isabella Rossellini, e si va avanti fino al 27 luglio con centinaia di appuntamenti. Un segno importante di vitalità culturale.

Per accedere al programma clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP