“Hinkemann” di Igor Vuk Torbica, un capolavoro @ Mittelfest 2018

hinkemann di torbica @ mittelfest

 

Teatro Nuovo, Udine, Mittelfest – Chi è Eugen Hinkemann? Un reduce, protagonista del racconto di Ernst Toller e di quest’adattamento teatrale affidato alla regia di Igor Vuk Torbica con la giovane compagnia croata ZKM Zagreb Theatre of Youth. In scena al Mittelfest 2018.
Ma la domanda fondamentale è: che cos’è Eugen Hinkelmann? Sì, perché è certamente un uomo, ma inserito in una società nella quale l’essere umano è individuo solamente se giudicato tale. E Hinkemann è ufficialmente un mezzo uomo: questo perché la guerra – che è una guerra qualunque, anche se vengono menzionate le trincee – ne ha violentato irrimediabilmente la sessualità, per cui l’inquisizione quotidiana – la società della spettacolarizzazione – lo usa come fantoccio, ne espone il dolore, ne forza il pudore, ne schiaccia l’intimità.

Tutto in nome del bene universale, delle uniche cose che possono elevare qualcuno o schiacciare qualcun altro: la bramosia della fama, la sete di denaro, l’amore per se stessi travestito da amore per gli altri.
Non va certamente meglio con sé e nell’ambito familiare dove non riesce a gestire le pulsioni che vengono dal passato e le crepe del presente che ne derivano.
In questo senso Hinkemann è anche un’eccezionale pièce teatrale, un tappeto nel quale s’intrecciano perfettamente numerosi contributi artistici che si esaltano l’un l’altro (colonna ed effetti sonori, disegno luci, movimenti di scena) e contribuiscono ad alimentare, aumentare, costantemente il senso di distorsione e disagio scelto come sottofondo per tutto lo spettacolo.

Il regista Igor Vuk Torbica è maestro nel riempire una scena scarna con quadri di una densissima intensità che recuperano situazioni e clima da molta cultura pop centrifugandoli per dar vita alla storia attraverso una messinscena dura, violenta e senza sconti; anche la scelta di interrompere l’immersione dello spettatore in questo mondo parallelo e alterato ha la triplice funzione di alleggerire un carico emotivo lancinante, aprire la denuncia riversandola sul mondo reale e spezzare, comunque, ogni velleità moralistica per lasciare uno spazio d’intervento diretto alla riflessione dello spettatore.

Con Hinkemann, capolavoro di scrittura nei dialoghi e di tratteggio dei personaggi, si raggiungono vette teatrali rare e preziosissime (l’inizio struggente, tutta la sequenza circense, un finale di rara poesia, …) anche grazie ad un cast che riversa sul singolo personaggio e nell’intera economia del gruppo una passionalità travolgente, sostenuta da una classe solidissima capace di passare dalla rabbia urlata a quella trattenuta in un semplicissimo e languido sguardo.
Hinkemann

fa sanguinare il cuore e innamorare la vista; è un viaggio senza scampo tra le pieghe dell’arte che ci interroga e ci palesa cose che non vorremmo mai vedere o che, semplicemente, non vogliamo raccontare. Prima di tutto a noi stessi.

 

 

Mittelfest 2018

presenta:

HINKEMANN
di Ernst Toller
Regia di Igor Vuk Torbica
Dramaturgia: Katarina Pejović
Allestimento: Branko Hojnik;
Costumi: Doris Kristić
Movimenti di scena: Blaženka Kovač Carić
Musica: Alen i Nenad Sinkauz;
Disegno Luci: Aleksandar Čavlek
con: Rakan Rushaidat, Mia Biondić, Frano Mašković, Grabarić, Doris Šarić Kukuljica, Dado Ćosić, Petar Leventić, Jasmin Telalović, Vedran Živolić, Marica Vidušić, Nadežda Perišić Radović, Milivoj Beader, Milica Manojlović
ZKM Zagreb Theatre of Youth
Durata: 135 min., atto unico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP