Risale agli anni Settanta il proposito di Achille Maramotti di costituire una raccolta d’arte contemporanea che diventasse un luogo di fruizione estetica e intellettuale, aperto a un pubblico di appassionati. Fino al 2000 un certo numero delle opere acquistate erano esposte negli spazi di passaggio dello stabilimento Max Mara di via Fratelli Cervi per promuovere una quotidiana, stimolante convivenza fra creatività artistica e disegno industriale. Non è perciò un caso che questo edificio, sia ora divenuto la sede permanente di una collezione d’arte.

Svenja Deininger | Two Thoughts

La Pattern Room della Collezione Maramotti ospita Two Thoughts, mostra personale di Svenja Deininger che raccoglie un ciclo di nuove opere pittoriche concepite specificamente per questo progetto ...

Helen Cammock | Che si può fare

Helen Cammock | Che si può fare

Helen Cammock, vincitrice della settima edizione del Max Mara Art Prize for Women e nominata al Turner Prize 2019, dopo la prima tappa londinese alla Whitechapel Gallery di Londra (25 giugno – 1...

Lutz&Guggisberg | il giardino

Lutz&Guggisberg | il giardino

Il giardino è il nuovo progetto ideato e realizzato da Lutz & Guggisberg per la Collezione Maramotti. Prima personale in una istituzione italiana del duo di artisti svizzeri, la mostra è org...

Emma Hart | Mamma mia!

Emma Hart | Mamma mia!

Emma Hart, vincitrice della sesta edizione del Max Mara Art Prize for Women, dopo la prima tappa londinese alla Whitechapel Gallery (12 luglio – 3 settembre 2017) presenta la nuova grande installaz...

Luisa Rabbia | Love

Luisa Rabbia | Love

La mostra di Luisa Rabbia, Love, accoglie un corpo di dieci opere realizzate dal 2009 al 2017, tutti lavori acquisiti dalla Collezione Maramotti che da molti anni segue la sua ricerca.


TOP