Aabu e l’indie rock di alto livello

Ritornano gli Aabu e lo fanno con un secondo album che, sin da titolo, è una vera e propria dichiarazione di intenti: questi siamo noi, questa la nostra musica e questa la nostra rabbia. Abbiamo ancora bisogno di urlare, infatti, è un disco che rappresenta una perfetta fotografia musicale della band bolognese, dopo il debutto Basta saper scegliere del 2016.

Se il primo impatto con la band può dare l’impressione di trovarsi di fronte a un disco dei primi Ministri soprattutto con la prima traccia, “Tutte le cose sbagliate”, un ascolto più attento e approfondito rivela invece una notevole capacità di unire e gestire generi diversi, come indie rock, stoner e spruzzate di noise.

Un aspetto che colpisce molto sono sicuramente i testi: a volte molto diretti, come nella descrizione fredda e cruda contenuta ne “L’orologio”, altre volte più ironici e cinicamente attinenti alla realtà, senza mai lasciarsi andare a facili rime frasi fatte: “Ti voglio bene”, ad esempio, non è sicuramente una canzone d’amore da dedicare alla propria amata, ma un brano in cui le parole sono come pugni e le metafore non lasciano troppo spazio agli affetti (“i tuoi abbracci sono come corde al collo”).

Se una traccia come “Grazie” colpisce per il suono che vira verso ambienti noise in un crescendo di intensità, “Camilla”, stupisce invece per le sue atmosfere decisamente più rilassate, senza per questo rinunciare a parole apparentemente senza speranza come “c’era una volta il futuro poi l’hanno trovato impiccato”.

Con Abbiamo ancora bisogno di urlare gli Aabu raccontano la loro visione della società attraverso dodici canzoni di un indie rock molto coinvolgente e di impatto, energico e capace anche di rallentare senza per questo perdere la propria carica sonora. I testi sono assolutamente un elemento molto importante della proposta musicale degli Aabu e meritano di essere ascoltati con grande attenzione per apprezzarne lo stile molto intelligente e ricco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP