Cabaret, amoremio! Vince Montanini

Annalisa Cameli - 09.08.2010 testo grande testo normale

Commenta questo articolo


Tags: cabaret amoremio, enzo iacchetti, giorgio gaber, pepi morgia

FOTOGALLERY Conclusa la tre giorni di festival dell’umorismo grottammarese alla sua XXVI edizione

Un'edizione spettacolare quella di quest'anno, per questo festival che da ventisei anni porta sul palco di Grottammare (AP) tantissimi comici di grande bravura, fra emergenti e non, il 6, 7 ed 8 agosto 2010.

Vincitore della XXVI edizione del Festival nazionale dell'umorismo, designato dalla giuria tecnica, è il marchigiano Giorgio Montanini di Fermo, per le "Battute efficaci, sicurezza scenica ed evidenti doti di improvvisazione". Montanini conquista anche il "Premio della Stampa", "quasi" all'unanimità anche per la giuria composta da operatori dell'informazione, rappresentati dalla giornalista Grazia Mandrelli de Il Resto del Carlino, che hanno voluto in ogni caso mettere in evidenza il duo "Enzo e Ramon" con una menzione speciale per l'originale interpretazione del mondo virtuale.

Si posiziona secondo il duo barese Boccasile & Maretti per "schemi tradizionali ma verve comica e ottimo affiatamento" e terzo il duo Enzo & Ramon "per la trovata originale e riuscita messa in scena con fisicità e temi attuali", sul resto del gruppo dei sei finalisti, composto anche da Sergio Silvestri, il trio Aromi Naturali e Carlo Viani. Al romano Viani va anche il "Premio della Critica" assegnato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno per il miglior testo comico, rappresentata in giuria dall'attore e regista teatrale Stefano Artissunch.

I temi trattati dai cabarettisti sono stati per lo più di stampo sociale, Viani per la finale ha parlato fra le altre del precariato mentre per le semifinali ha presentato un pezzo divertente e riflessivo su cosa accadrebbe se Gesù tornasse ai nostri tempi. Il brillante Montanini si è tenuto per entrabe le serate sulla satira, dimostrando ottima capacità di stare sul palco e soprattutto di improvvisare quando necessario. Enzo e Ramon hanno presentato una particolare esibizione, Virtual life, divertente, che fa riflettere sul ruolo che la virtualità ha nelle nostre vite, a partire dai social network, passando per la PS, la Wii e perché no Second life. Il trio Aromi Naturali si è distinto per l'affiatamento presentando prima un pezzo su una famiglia egizia trattando temi attuali e poi su una mussulman-napoletana, trattando sempre il problema della crisi. Boccasile & Maretti mentre la prima sera hanno divertito con la presentazione di un libro con letture… dilettevoli, la seconda hanno rappresentato due ragazzi "diversamente nordici" che emigrano al nord per cercare lavoro. Anche Sergio Silvetri, ha portato un cabaret di satira sociale e politica, d'apprima parlando della crisi e della politica, poi della guerra.

Una menzione va anche ai non selezionati, ovviamente, a partire dal gruppo "I Charltons" (che secondo me non sono stati poi tanto capiti) che hanno presentato tanti piccoli sketch surreali, proprio come un quadro di Salvador Dalì. Guido Maragoni che con la lirica la magia e l'improvvisazione ha trattano temi quali la crisi. Pierpaolo Buzza, ancora satira politica e cronaca "se la vendi bene vendi qualsiasi cosa" . La comicità elegante di Eugenio Corsi, originale nei testi senza essere impetuoso.Marco Mengoli che ha proposto di fare i matrimoni come il lavoro, part time, cocopro (e secondo me sarebbe un'idea che avrebbe successo) ed infine Massimo Cappuccio, un mago davvero particolare che fa spettacoli di magia.. barcamenandosi attraverso le frequenze radio.

Grandissimi anche gli ospiti, a partire dal brillante e pungente Enrico Montesano (che non ha però voluto che si scattassero foto…!) designato per il "Filo con Grottammare", un omaggio legato al ritorno di Montesano a Grottammare. Il riconoscimento consiste in una litografia di Fazzini, "La colomba", realizzata in tre colori, consegnato con lo scopo di legare ancor di più le personalità di rilievo nel mondo della comicità nei confronti della nostra cittadina. Da sottolineare la frase di Montesano «I nostri comici oggi fanno fatica con tutte le battute che dicono i nostri politici al giorno d'oggi». Divertente e gradevole anche il Mago Forest, che ha coinvolto il pubblico chiamando due grottammaresi sul palco, mentre ovazione c'è stata per l'originalità del "poeta trecentesco", centesimo comico di Zelig, Maurizio Lastrico, ospite fisso per tutte e tre le serate.

L'Arancia d'oro, premio alla carriera, quest'anno è stata consegnata ad uno dei pilastri, Giobbe Covatta, «Per aver intrecciato indissolubilmente la sua lunga e poliedrica attività all'impegno sociale, sostenendo attraverso il suo talento e la sua fama istituzioni e progetti nati per difendere i diritti dei più deboli, per migliorare le condizioni di vita degli ultimi della Terra, offrendo un modello esemplare di artista intelligente, sensibile e responsabile, pronto ad investire tutto se stesso per cambiare con ostinazione il mondo che lo circonda».
Covatta ha poi centrato la sua esibizione spettacolare sulla carta dei diritti dell'uomo, da ridere si, ma da riflettere soprattutto.

Da non dimenticare i due cabarettisti provenienti dal Festival Cabaret emergente di Modena, alla sua 18 esima edizione, Enrico Zambianchi in una performance inquietante, la morte, vincitore del Festival 2010, e Samuel Brocherio, sempre del festival di Modena ma vincitore del premio News per l'originalità, che ha interpretato un ballerino d'eccezione, Norberto Bolla.

E, concludendo, scorrevole e piacevole anche la conduzione, il duo Mascia Foschi ed Enzo Iacchetti che per il secondo anno consecutivo hanno presentato egregiamente.

Sperando che per colpa dei tagli della finanziaria non venga squarciato, affettato, ridotto ai minimi termini, non ci resta che aspettare la prossima edizione del Cabaret, amoremio!, nella speranza che venga riconosciuta, dopo 26 anni, come manifestazione di grande rilevanza per la Regione Marche.

CABARET, AMOREMIO! 2010 PRIMA SERATA


CABARET, AMOREMIO! 2010 SECONDA SERATA


CABARET, AMOREMIO! 2010 TERZA SERATA




Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013