Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

Annalisa Cameli - 27.10.2012 testo grande testo normale

Tags: second life, imparafacile, italian mood, ebookfest

All’’Ebook.fest experience in programma dal 25 al 27 ottobre al Palafiori di Sanremo non potevano mancare i tipi Imparafacile e Italian Mood, presenti e attivi con il progetto MIXED REALITY WOR(L)DS.

Ancora una volta reale e virtuale si incontrano con lo scopo di condividere esperienze e scambiarsi informazioni. Il luogo è uno fra i più adatti, l'Ebook.fest experience in programma dal 25 al 27 ottobre al Palafiori di Sanremo.

L' Ebookfest nasce da precedenti esperienze, il bookCamp di Rimini (2008) e lo SchoolBookCamp di Fosdinovo (2009) e infine Ebookfest (2010). «All'origine – si legge - la necessità, sempre più sentita nel mondo dell'editoria come in quello della formazione, di supportare culturalmente i processi di cambiamento scaturiti dal ritmo serrato dell'innovazione tecnologica. Oggi, Ebookfest è il risultato del lavoro di collaborazione fra Multimedia Tre e un comitato scientifico (Bibienne, Guaraldi editore, Giulio Blasi, Area51, Quintadicopertina, eBookReaderitalia.com)».

Ebookfest experience ha tre anime: una parte espositiva, sezioni dimostrative e di sperimentazione (progetto eschool ed elibrary), un nutrito calendario di appuntamenti seminariali e tavole rotonde che quest'anno prevede ben 120 relatori coinvolti.

Imparafacile e Italian Mood, due noti gruppi virtuali di Second Life, sono presenti per tutte e tre le giornate del Festival, proponendo una scaletta ricca fra incontri, dibattiti e presentazioni, oltre che – grazie allo staff di mentors della Phoenix Wave Team - aiutare i curiosi a fare il primo ingresso in Second Life da varie postazioni presenti all'eBookFest.

Già dal primo giorno i ragazzi di Imparafacile e Italian Mood hanno fatto capire il carattere innovativo dei vari progetti. Si è parlato di Libriamo Tutti, ormai da più di due anni attivo su SL, con presentazione di libri, interviste e dibattiti che danno la possibilità agli autori e alle Case editrici di avere a disposizione la facilità di avere – anche complesse - ambientazioni personalizzate, portando l'esempio di quella realizzata per Tito Faraci, di raggiungere pubblico da tutto il mondo stando semplicemente di fronte a un PC, della facilità di ripetibilità dell'evento e della possibilità di utilizzare poi questi contenuti – video, foto ecc.. – come supporto all'eBook.

La scaletta ha portato poi a parlare Marco Calvo, Presidente di LiberLiber, di "Come può cambiare la cultura(digitale)".

LiberLiber è una ONLUS ed ha come scopo la promozione dell'accesso libero alla cultura. È stata fondata nel 1994 e prevede svariati progetti, tutti orientati alla condivisione e alla diffusione del sapere on-line. Possiamo quindi trovare una biblioteca digitale gratuita, la reimpaginazione dell'intera biblioteca digitale del progetto Manuzio, una audioteca che consente il libero accesso a migliaia di brani musicali, il bookcrossing e gli audiolibri sono sono alcuni esempi.

Marco Calvo ci spiega come l'ebook risolva diversi problemi, oltre che permettere la diffusione del sapere, come ad esempio riesce a risolvere il problema del deperimento della carta, abbassa i costi di duplicazione/copia, e permette una distribuzione in tutto il mondo in pochi secondi, con costi che tendono a zero.

Calvo butta nel bracere anche diversi argomenti dando spunti per quanto riguarda la libera cultura nella rete, i vari formati di eBook ed i relativi problemi di compatibilità, il pagamento elettronico e lancia un allerta: «Occorre sempre essere vigili – spiega – ad esempio le compagnie telefoniche spingono sui Governi contro la neutralità della rete e dei contenuti: attualmente tutti i siti sono ugualmente raggiungibili, mentre le compagnie telefoniche vorrebbero trasformare la rete in "due internet", una di serie A e una di serie B, magari con connessione meno veloce e con meno possibilità di essere tvato. Questo porterebbe gli utenti a dover pagare di più nel caso volessero essere presenti nell'"Internet di serie A". Per ora Internet ha sviluppato difese sufficienti per allontanare questa possibilità, ma occorre stare in allarme».

A concludere la prima giornata l'intervento dello scrittore veneto Alberto Toso Fei, precursore dell'interattività e interdisciplinarietà che può avere un libro. Toso Fei, infatti, da sempre sperimenta varie strade per la presentazione di un testo, avvalendosi della tecnologia più avanzata e diffusa, quella utilizzabile con il palmare (come i codici QR, o con il semplice cellulare, via sms), oppure attraverso vere eccellenze come il video navigabile.

«I libri sono stampati ad inchiostro – ci spiega - ma ci sono una decina di codici dove il lettore puo essere accompagnato in una maniera nuova e diversa attraverso "l'oggetto libro" arrivando al multimediale, passando per la narrazione».

Eclatante è l'esempio utilizzato per "I segreti del Canal Grande": è stato usato il sistema "Canalview" (piattaforma interattiva per itinerari virtuali) che «permette un viaggio virtuale tridimensionale del Canal Grande, mentre l'autore racconta le storie e le leggende della "strada più bella del mondo"».
Il tutto tramite video interattivi, navigabili dall'utente dal proprio computer, ma anche presentazioni scenografiche attraverso un'installazione di luce, dove i visitatori possono ascoltare le storie di venezia, comandando la visione dell'inquadratura: muovendosi, fermandosi, girando su loro stessi.



  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

  • Second Life - Scopriamo il libro digitale all’eBookFest di Sanremo

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013