CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro

Annalisa Cameli - 07.08.2011 testo grande testo normale

Tags: cabaret, amoremio!, lella costa, grottammare

Premiata nella serata di sabato 6 agosto la nota attrice, che dedica al pubblico grottammarese un monologo coi fiocchi. E' Lella Costa.

Elegante, satirica, perfettamente a suo agio sul palco di Grottammare (AP), Lella Costa è stata premiata nella serata di sabato 6 agosto con il premio alla carriera del Cabaret, amoremio! dalle mani del baritono della Scala, anche lui grottammarese, Andrea Concetti.

Durante la presentazione della XXVII edizione del Festival dell'umorismo, la Costa ha trattato il tema delle donne, raccontando come anche nel mondo della comicità, del teatro, sia difficile andare avanti, e ridendo racconta: «A me spesso dicono che faccio ridere come un uomo, e si stupiscono del fatto che io ce la posso aver fatta. Ma le donne sono brave, siamo attrici, autrici. Con la "Tv delle ragazze"* abbiamo cambiato la televisione, le donne sono diventate anche autrici e questo aiuta a crescere. In televisione va molto il tormentone, perché lo spettatore riconosce il tormentone e ride, ma il cabaret è molto di più».

Arancia d'oro alla carriera**, quindi, «Per aver dimostrato con l'energia e la perseveranza della propria opera - stratifica, multiforme, aperta a numerosi linguaggi - la ricchezza dell'universo femminile, mantenendo sempre alta l'attenzione su una ricerca culturale capace, attraverso il sorriso "intelligente", di stimolare il grande pubblico all'impegno civile, al rispetto dell'altro, alla solidarietà sociale e all'annullamento dell'annoso divario fra i sessi».

E proprio su questo tema si è basato lo spettacolo che Lella Costa ha regalato a Grottammare «Marito e moglie non sono neanche parenti - esordisce la Costa - quindi è difficile».
Parte da qui un'analisi socio-antropologia del raporto fra uomo e donna, che analizza argomenti come il ciclo della donna «se ce l'avessero gli uomini festeggerebbero 5 giorni al mese, lo chiamerebbero "le 5 lune rosse", a noi invece cosa tocca? "non toccare le piante che si seccano", "non andare in cantina che il vino va a male"».

Irriverente ma raffinata ilarità ha suscitato anche la comparazione delle malattie dell'uomo e della donna, le prime possenti, le seconde paurose, arrivando quindi ad analizzare quella che è la "società fallocentrica". Ma, in conclusione, se questa è la visione più scientifica, la visione popolare, quella del volgo, del linguaggio parlato, innalza la donna in alto, e basta il paragone fra i termini "figata" e "cazzata" per suscitare applausi.

Sempre grande Lella Costa.

Info Biglietteria

*La TV delle ragazze è stata una trasmissione televisiva comico-satirica andata in onda su Rai 3 sul finire degli anni ottanta.

**L'Arancia d'oro è stato istituito nel 1998, per rendere omaggio alle migliori personalità dell'umorismo italiano. Primo ad essere premiato fu Lello Arena. A seguire gli altri premiati sono stati Leo Gullotta, Raffaele Pisu, Mario Carotenuto, Totò (alla memoria), Renato Scarpa, Oreste Lionello, Enzo Iachetti , Massimo Troisi (alla memoria), Francesco Paolantoni, Giorgio Panariello, Dario Fo e Franca Rame, Enzo Iannacci, Vincenzo Mollica, Fabrizio De André (alla memoria), Angela Finocchiaro, Gioele Dix, Ric&Gian, Syusy Blady, Serena Dandini, Neri Marcoré, Antonio Cornacchione, Maurizio Crozza, Paolo Rossi, Sabina Guzzanti, Giobbe Covatta.
È stata realizzata su un progetto dell'artista grottammarese Mario Lupo.

Lella Costa (Wikipedia)
Gabriella "Lella" Costa (Milano, 30 settembre 1952) è un'attrice italiana, famosa soprattutto per i suoi monologhi teatrali. Dopo gli studi in Lettere e il diploma all'Accademia dei Filodrammatici esordisce con il suo primo monologo da attrice nel 1980.
Nei primi anni di carriera si è cimentata con autori contemporanei (tra cui Renzo Rosso e Mrozek), ha partecipato a trasmissioni radiofoniche e si è sempre di più avvicinata al cabaret. Nel marzo del 1987 debutta con il primo spettacolo di cui è anche autrice, Adlib, cui seguirà Coincidenze. Con gli anni si è affermata come una delle attrici più caratteristiche della scena teatrale italiana con grandi apprezzamenti sia di critica che di pubblico.
Dopo i primi successi ha cominciato a frequentare trasmissioni televisive, tra cui Ieri Goggi e domani, Omnibus, La TV delle ragazze, Fate il vostro gioco, Ottantanonpiùottanta, Il gioco dei nove e Maurizio Costanzo Show, e ha partecipato ad alcuni film (Ladri di Saponette, 1989, di Maurizio Nichetti; Visioni private, 1990, di Francesco Calogero).
Nel febbraio del 1990 presenta il suo terzo monologo, Malsottile. Nel 1992 pubblica La daga nel loden, una raccolta dei testi degli spettacoli realizzati. Nello stesso anno va in scena con Due, unico caso in cui non si presenta da sola sulla scena.
È socialmente attiva con Emergency (per la quale ha offerto la sua voce per lo spot di PeaceReporter) e culturalmente con la partecipazione annuale al Festivaletteratura di Mantova.

Foto Marco Orlandoni - Sul palco oltre a Lella Costa, Andrea Concetti e Luigi Merli, i due presentatori del cabaret, amoremio! 2011 Mascia Foschi e Maurizio Lastrico


  • CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro

  • CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro

  • CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro

  • CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro

  • CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro

  • CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro

  • CABARET, AMOREMIO! 2011 - Lella Costa Arancia d'oro


zoomma video

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013