L'arca, tra responsabilità dell'uomo e bellezza della natura

Omar Manini - 09.02.2011 testo grande testo normale

Tags: L'arca, The ark, l'arsenal, Julie Lachance

Accessibile a tutti, questa produzione multidisciplinare, forte e traboccante di fantasia, getta uno sguardo acuto sul fragile equilibrio tra l’uomo e la natura.

Degli acrobati, un musicista virtuoso -l'eccellente Merlin Ettore- e immagini mozzafiato apportano nell'immaginario del pubblico la sensazione che l'avvenire del mondo dipende dalla responsabilità di ciascuno.
Il titolo suggerisce a ciascuno di noi come oggi deve riempire la sua Arca. Quali specie andiamo a scegliere, e in base a quali criteri per invitarli ad entrare nell'Arca, la nostra casa, il nostro futuro?
Ogni secondo, ogni ora, ogni giorno che passa un fiore, un insetto, una specie vivente, talvolta sconosciuta, spariscono...

Musica ricca di energia e sfumature (di Denis Goungeon), danza, arte circense e multimedialità per dare una scossa alle coscienze più intorpidite. Per convocare tutti noi al capezzale del pianeta, un pianeta che soffre, e farci chiedere: come possiamo riempire, oggi, L'arca? Sette artisti della compagnia canadese L'Arsenal, usciti dalla maggiore scuola di nouveau cirque, impugnano uno scottante messaggio etico-ecologista e ne fanno pura poesia.
Uno show memorabile, creato in occasione dell'Anno Internazionale della Biodiversità, dove i linguaggi espressivi del terzo millennio trovano un emozionante punto di sintesi.
L'Arca spinge con dolcezza lo spettatore a porsi delle domande sulla lenta distruzione del mondo che ci circonda: un grande inno alla natura, con uno sguardo ai pericoli che la minacciano da vicino.

Il godibilissimo spettacolo, che trova i suoi punti alti nel numero del hula hoop gigante e dei giocolieri, suscita nell'immaginario del pubblico la sensazione che l'avvenire del mondo dipenda da ognuno di noi. In un mondo in cui giorno dopo giorno gli esseri viventi si estinguono, quali andiamo a scegliere, e in base a quali criteri, per invitarli ad entrare nell'Arca, nostra casa e nostro futuro? Una riflessione seria, che si fa tuttavia portatrice di un messaggio di speranza, celebrando con gioia la vita grazie alla regia di Julie Lachance, alle proiezioni delle immagini create da Pier Chartrand e Bernard Duguay e, ovviamente, alle performance dei sette artisti in scena.

L'Arsenal è una compagnia musicale fondata nel 1978 da Lorena Corradi e Reggi Ettore che crea spettacoli impregnati di emozioni e di magia. Le sue produzioni combinano in maniera originale e innovatrice musica, circo, teatro ed effetti speciali sensazionali: dal classico allo sperimentale, un incrocio di possibilità che attraversano tutte le discipline. (dal comunicato stampa)

  • L'arca, tra responsabilità dell'uomo e bellezza della natura

  • L'arca, tra responsabilità dell'uomo e bellezza della natura

  • L'arca, tra responsabilità dell'uomo e bellezza della natura


zoomma video

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013