La N€URO-telefonata: uno squillo a Sergio Sgrilli….

Maddalena Peluso - 10.10.2007 testo grande testo normale

Tags: Sergio, Sgrilli, Neuro, Teatro

Tecniche di rianimazione: quelle che mi servirebbero per un’intervista telefonica.
Ore 11: a suonare è il cellulare di Sergio Sgrilli, ideatore insieme a Cristian Perotti di N€URO, tecniche di rianimazione collettiva di Sergio Sgrilli e Cristian Perotti, in programma ogni settimana al Crt, Teatro dell’Arte di Milano da lunedì 22 ottobre 2007 e in anteprima il 1 ottobre 2007.

Tecniche di rianimazione: quelle che mi servirebbero per un'intervista telefonica.
Ore 11: a suonare è il cellulare di Sergio Sgrilli, ideatore insieme a Cristian Perotti di N€URO, tecniche di rianimazione collettiva di Sergio Sgrilli e Cristian Perotti, in programma ogni settimana al Crt, Teatro dell'Arte di Milano da lunedì 22 ottobre 2007 e in anteprima il 1 ottobre 2007.
"Se vuoi ci sentiamo un'altra volta - mi dice il cabarettista, placido e rilassato nella sua Maremma Toscana - quando sei più tranquilla".
Ma io vivo a Milano. E più tranquilla, sotto le guglie del Duomo non lo sono mai. Parto con le domande:
D: Da dove nasce il progetto N€URO?
R:"Tutto parte dall'idea di avere uno spazio, che permetta al pubblico di intraprendere un percorso, in cui sono racchiusi i diversi sensi: il gusto e l'olfatto, con la degustazione di vini e cibi, la vista e il tatto con un percorso artistico, l'udito con lo spettacolo live che vede sul palco, musicisti, giornalisti, cabarettisti che danno vita ad una serata divertente e sempre unica".
D:Naturalmente al centro dei nostri discorsi c'è proprio Milano:
R:"Una città che non amo e che ho sempre criticato ed evitato. Ma credo che proprio a Milano ha senso uno spettacolo come N€URO, capace di "rianimare" il pubblico, spingerlo a "fermarsi" e godersi i "sapori", ad acuire i "sensi" e lasciarsi andare".
D:Un'esperienza sensoriale dunque che sembrerebbe meritare il costo del biglietto
R: "Lo scorso anno N€URO è stato allestito al Teatro delle Erbe e a fine spettacoli molti si prenotavano già per lo spettacolo successivo. Questo è un progetto autoprodotto e i costi, a Milano, sono davvero alti per ogni cosa".
Non posso far a meno che assentire. Mi passa accanto, intanto, una giovane punk dall'aria distratta e la borsa firmata.
D:Parliamo di un grande evento allora?
R:"A Milano nessuno si interessa ai "piccoli eventi". Ho sempre dichiarato, a chi mi chiedeva cosa facessi, che "strimpello" la chitarra. Poi col tempo mi sono reso conto che sottovalutarsi, in un mondo in cui tutti si vendono cari, equivale a sotterrarsi".
La voce di Sgrilli si fa concitata, soprattutto quando lo stuzzico con le esperienze meneghine della Cà Bianca, in tempi ormai troppo remoti, e del Caravanserraglio e del S'Agapò, più recenti.
D: Parliamo dunque di associazioni culturali e centri sociali che univano al cabaret milanese le "cene comuni".
R:"Le realtà dell'Arci sono fantastiche, esperienze che ho fatto e che considero davvero importanti. Ma N€URO è un'altra cosa. Un piatto di pasta artigianale e genuino. Lo adoro nell'osteria casereccia che te lo serve nella plastica. Mantengo fede alle mie radici operaie. Mi piace il mare e la campagna. Ma con l'esperienza, anche quella allo Zelig, ho capito tanto: ero fuori dal gruppo ma pur dentro alle dinamiche e ai problemi della compagnia. Con Neuro ho investito in prima persona e sono certo che il pubblico milanese capirà l'unicità di un progetto che ha la presunzione di voler portare a Teatro, il senso del gusto, il piacere della tradizione, dei cibi e dei vini di qualità, offrendo non un aperitivo, ma un vera e propria degustazione eno-gastronomica alla ricerca e alla riscoperta dei sapori, degli odori spesso dimenticati".
Ad essere coinvolti, fin dall'anteprima del 1 ottobre sono state associazioni di categoria, produttori, ristoratori, aziende agricole che ogni settimana daranno vita ad una festa del gusto, offrendo agli ospiti assaggi di prodotti tipici, sempre bagnati da un ottimo vino.
"Nel cast fisso ci sono con me, la brava comica Margherita Antonelli, il sassofonista ferrarese Andrea Poltronieri, il quartetto d'archi Archimia, il cabarettista genovese Andrea Bergallo, ideatore del gruppo "Quelli lì", il cantante cabarettista Zac. Al centro della scena ci sarà soltanto una vecchia sedia da barbiere, su cui farò accomodare gli ospiti e sulla quale si svolgeranno le interviste ai diversi personaggi".

La prima stagione di N€uro (2006/2007) ha visto la partecipazione di comici, musicisti, giornalisti e scrittori che hanno dato vita alle 22 repliche divertendo il pubblico milanese. Tra gli ospiti che hanno preso posto sulla poltrona di N€uro, con il Dott. Sgrilli a gestire la seduta di "analisi" semiseria, anche: Leonardo Manera, Raul Cremona, Paolo Cevoli, Diego Parassole, Giovanni Allevi, Bebo Ferra, Riccardo Fioravanti, Mario Venuti, Paolo Pasi, Sergio Negri, Giovanni Zamagni, Massimo Cotto, Domenico Liggeri, Massimo Alberizzi e Misia Donati.


  • La N€URO-telefonata: uno squillo a Sergio Sgrilli….

  • La N€URO-telefonata: uno squillo a Sergio Sgrilli….

  • La N€URO-telefonata: uno squillo a Sergio Sgrilli….

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013