Combat per il rinascimento dell'elettronica al Teatro Elfo

Maddalena Peluso - 31.05.2007 testo grande testo normale

Tags: Francesca, Breschi, Maddalena, Peluso

Un progetto musicale per il teatro che anticipa la messa in scena di Elfo/Muller/Medea, in programma al Teatro dell'Elfo di Milano dal 7 giugno 2007. Francesca Breschi, autrice della musica e attrice, si confronta con il XII canto della Gerusalemme Liberata: il combattimento di Tancredi e Clorinda, lotta di religione in cui non ci sarà nessun vinto.

La storia d'amore e di morte di Tancredi e della valorosa Clotilde, una lotta in cui il bene - il cristianesimo - e il male - il paganesimo - perdono via via connotazione, sfumati dal diritto alla vita e alla felicità. Al capolavoro di Torquato Tasso bisogna poi aggiungere i suoni elettrici degli "Area" con la dispettosa e onnisciente presenza di Demetrio Stratos, le lugubri e coinvolgenti supplici calabresi, i delicati versi di Tahar Ben Jelloun, la musica di Piero Pelù, la poesia di Pier Paolo Pasolini, un drappo giallo al centro di una scena nera, l'acuta e rabbiosa voce di Francesca Breschi, abbinata al basso e stick di Mauro Formica, alla chitarra elettrica e acustica di Alessandro Magnalasche e alla batteria di Lanfranco Fornari.
Ecco gli ingredienti di "Combat", uno "studio musicale per il teatro" di Francesca Breschi e Aldolgo Broegg, messo in scena il 28 e il 29 maggio 2007 al Teatro dell'Elfo di Milano.
Suggestioni visive e sonore che, partendo da uno studio sul famoso combattimento di Tancredi e Clorinda, struggente storia di un amore impossibile, coniano un "idioma personale", fatto di acuti poco rassicuranti e gesti placidi. Francesca Breschi, al centro di un palco nero, circordata soltanto dal suo gruppo, avvolto in un buio silente, interrotto dagli assoli di chitarra elettrica, porta in scena due momenti del suo lavoro: Canti Molesti, progetto creato in collaborazione con Adolfo Broegg e un personalissimo studio sul Combattimento di Tancredi e Clorinda, presentato come Progetto Speciale per Fabbrica Europa/Stazione Leopolda 2004.
La Breschi non tentenna mai: fiera e spavalda, conscia dei graffi della sua voce, sfida i confini del teatro, scuotendo gli spettatori e trascinandoli attraverso un gioco di "mondi paralleli, in cui l'idea cantata si trasforma via via in canzone" e i tanto struggenti versi del combattimento del dodicesimo canto della Gerusalemme "Non schivar, non parar, non pur ritrarsi", diventano ferma opposizione ai mali contemporanei. Perché "Gli occhi tuoi pagheran (s'in vita resti) di quel sangue ogni stilla un mar di pianto". Un progetto che anticipa la messa in scena di Elfo/Müller/Medea - Riva abbandonata/Materiale per Medea/Paesaggio con Argonauti di Heiner Müller, prodotto da TEATRIDITHALIA con la regia di Elio De Capitani e la collaborazione drammaturgica di Peter Kammerer. Uno spettacolo che sarà in scena al Teatro dell'Elfo dal 7 al 29 giugno con Cristina Crippa, Francesca Breschi, Fabiano Fantini, Cristian Maria Giammarini. E che, viste le premesse, merita assolutamente una visita.

  • Combat per il rinascimento dell'elettronica al Teatro Elfo

  • Combat per il rinascimento dell'elettronica al Teatro Elfo

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013