Si fa per ridere - In memoria di Gino: il cabaret che non c'è più...

Maddalena Peluso - 23.05.2007 testo grande testo normale

Tags: Gino Bramieri, Maddalena Peluso, Paolo Limiti, Mike Buongiorno

Frizzi e lazzi tra vecchie glorie dello spettacolo e nuova amministrazione milanese per la soirèe dedicata al comico Gino Bramieri al Teatro Nuovo di Milano...

"Bisogna proprio essere morti per avere una serata come questa? Per finire nei cuori del pubblico?"
A lanciare la provocazione, dal palco del Teatro Nuovo di Milano, in occasione della serata "Si fa per ridere", organizzata lunedì 21 maggio, in memoria del comico milanese Gino Bramieri, è una risoluta Sandra Mondaini, mai apparsa così energica nonostante la fresca operazione alla gamba. "E smettiamola di ricordare Gino soltanto per le barzellette. Lui era un grande attore" incalza "sbirulino" conquistandosi immediatamente gli applausi del pubblico accorso per commemorare la memoria di "nonno Felice", una delle suo ultime apparizioni in tv prima di morire nel giugno del 1996.
Dopo il successo dello scorso anno con “Ciao Gino”, al Teatro Manzoni di Milano, è stata infatti proprio la famiglia Bramieri ad organizzare un vero "gran galà" con la regia di Vito Molinari. E, come nella passata edizione, la conduzione è stata affidata a Paolo Limiti. Proprio lui, dopo aver annunciato di essersi dato alla lirica e avvertendo continuamente "la presenza di Gino sulle teste del pubblico", famoso e non, ha raccontato storielle sul caratteraccio di Eduardo De Filippo e manie di Wanda Osiris, pettegolezzi sull'amore tra Walter Chiari e Lucia Bosè, tra balletti, canzonette, premiazioni del Barzellettiere 2007, e finalmente frammenti, troppo brevi e con un sonoro imperfetto, degli scketch di Bramieri.
Alla serata, patrocinata dall'assessorato culture, identità e autonomie della Regione Lombardia e dall'assessorato turismo, marketing territoriale, identità del Comune di Milano, erano presenti, con Vianello e la Mondaini, anche Mike Buongiorno, che a Natale pubblicherà un libro con la Mondadori, Wilma De Angelis e Iva Zanicchi, che presto ritorneranno in televisione.
A sostenere e a collaborare all'evento la Scuola di Danza Principessa e Giardino Boni di Gian Carlo Cardin, F.C. Internazionale, Banca Popolare di Milano, Pellicceria Annabella, A.T.M., Ge.Fi. spa, Acer e Tea Events.
Ma chi era Gino Bramieri? Usciti dalla sala del Teatro Nuovo, un occhio cade sulle foto, curate da Romeo Liccardo, che ripercorrono i quasi 50 anni di carriera dell'attore milanese: visi sorridenti del varietà dell'italietta, il "bel paese" che non c'è più: Garinei e Giovannini, Gianfranco Jannuzzo, Marisa Del Frate, Raffaele Pisu, Ombretta Colli, le sorelle Kessler, Billi e Riva, il grande Macario, Marisa Merlini, Totò, e poi Helenio Herrera, di cui Bramieri era sfegatato tifoso. Eccoli tutti lì gli ospiti d'onore per il gran galà di Gino Bramieri. Foto sbiadite che ritraggono troppi fantasmi. Tutti sulle teste del pubblico...."Si fa per ridere".

  • Si fa per ridere - In memoria di Gino: il cabaret che non c'è più...

  • Si fa per ridere - In memoria di Gino: il cabaret che non c'è più...

  • Si fa per ridere - In memoria di Gino: il cabaret che non c'è più...

  • Si fa per ridere - In memoria di Gino: il cabaret che non c'è più...

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013