Intervista a Simona Molinari – Vi presento ''Nell'aria'', una canzone ed un videoclip per non dimenticare le vittime del terremoto dell'Abruzzo

Leonardo Follieri - 11.12.2009 testo grande testo normale

Tags: simona, molinari, dvd, videoclip

Nuovo videoclip per la cantautrice abruzzese in favore dei terremotati de L'Aquila.

D: Il 9 dicembre hai presentato presso il Teatro Malibran di Venezia il tuo nuovo videoclip “Nell'aria” durante la festa nazionale dei Vigili del Fuoco e questo evento è stato trasmesso anche su Raidue in seconda serata. Lo stesso videoclip sarà contenuto in un DVD i cui proventi saranno devoluti in beneficenza per la costruzione di un centro disabili per i terremotati dell'Abruzzo. Mi parli della tua canzone, del videoclip e di come è nata questa iniziativa?
R: Certo. Ho scritto originariamente questo pezzo in memoria di un mio amico che non c'è più. “Nell'aria” fa parte del mio album “Egocentrica”, è stato trasmesso molte volte dalle radio abruzzesi e L'Aquila, nei giorni successivi al grave terremoto del 6 aprile, lo ha “adottato” perché parla di un lutto; da quel momento ho deciso di collaborare con la Onlus “Saving L'Aquila” per costruire un centro per disabili che sarà realizzato con la vendita di un ciondolo creato appositamente per l'occasione e grazie al DVD che contiene il videoclip di “Nell'aria”. E' un video documentario che abbiamo girato nella zona rossa della mia città dopo aver ottenuto dei permessi speciali dalla protezione civile; è un messaggio ulteriore che serve a far comprendere che L'Aquila ha ancora bisogno di tanti sostegni concreti per tornare alla normalità; i riflettori ultimamente si sono spenti su questa immane tragedia e la paura dei miei concittadini è proprio quella di essere dimenticati.

D: Cosa ci puoi anticipare della tua performance a Venezia?
R: Eseguirò “Nell'aria” con un'orchestra diretta dal maestro Vince Tempera e contemporaneamente verrà proiettato il video del mio brano su dei maxischermi ed in tv; subito dopo canterò “La vita è bella” e sarò accompagnata al pianoforte dallo stesso maestro.

D: “Nell'aria” (eseguita nella performance veneziana con l'orchestra diretta dal maestro Vince Tempera) l'hai scritta insieme a Giò Di Tonno, vero?
R: Sì. La musica l'ho scritta con lui. Io avevo un testo e una bozza di musica e poi Giò ha fatto tutto il resto, completando il pezzo e immedesimandosi perfettamente in quello che volevo esprimere.

D: Con lo stesso Giò Di Tonno sei stata protagonista del musical “Jekyll e Hyde”. Ti senti più a tuo agio come protagonista di un musical o come cantautrice?
R: Io ci tengo in questo momento ad affermarmi e a presentarmi come cantautrice, però non ti nascondo che mi manca il teatro, mi manca il musical…e mi manca quel musical in particolare! E' stata una esperienza che mi ha arricchito molto e quindi rifarei sicuramente qualche data di quello spettacolo.

D: Dal 17 dicembre terra una serie di concerti negli Stati Uniti ed in Canada. Come si svolgerà quel tipo di spettacolo? Canterai sempre le tue canzoni in italiano?
R: Sì. Proporrò anche lì le mie canzoni ed il mio album; forse introdurrò qualche “standard” in più rispetto a quelli che già interpreto nei miei spettacoli in Italia, ma non voglio modificare più di tanto i miei concerti e voglio far ascoltare la mia musica anche nelle date oltreoceano.

D: Per te si tratta di un ritorno poiché sei già stata in tournèe all'estero. Lì il pubblico come percepisce la tua musica?
R: Loro non hanno alcun tipo di pregiudizio. Non vogliono etichettarti, non si preoccupano di dare un nome al genere di musica che fai e ti ascoltano per capire se gli piaci o meno indipendentemente da chi sei; secondo me questa è un'apertura mentale che hanno loro e che in Italia spesso manca.

D: Ultima domanda: quest'anno hai partecipato a numerose manifestazioni dal “Festival di Sanremo” ad “Amiche per l'Abruzzo” solo per citarne alcune ed hai ottenuto diversi riconoscimenti. C'è una manifestazione o un premio ricevuto che ti rendono particolarmente orgogliosa o a cui sei particolarmente legata?
R: Sono entusiasta sicuramente di tutte le manifestazioni a cui ho partecipato; tra i premi quello che mi rende più orgogliosa è il “Premio Lunezia Nuove Stelle 2009” come miglior album d'esordio dell'anno, perché è un tipo di riconoscimento in cui hanno apprezzato il mio lavoro che non è basato su un'unica canzone, ma su un progetto più ampio. Ovviamente è stato un grande onore anche essere finalista del Premio Mogol per il testo di “Egocentrica”, ma in generale conservo ottimi ricordi per tutti gli eventi a cui ho preso parte e sono felice per tutti i riconoscimenti che ho ottenuto.

Ringraziamo Simona Molinari per la sua disponibilità e le auguriamo di ottenere degli ottimi riscontri nei suoi prossimi concerti all'estero; il nostro sostegno maggiore, ovviamente, è per i concittadini della cantautrice aquilana, affinché, anche mediante la piccola grande iniziativa del DVD “Nell'aria”, possano riprendere al più presto la vita che conducevano prima del terremoto del 6 aprile scorso.


zoomma video

Gli ultimi commenti

Commenta questo articolo

Nome: Armando
Commento: Buon articolo, ottime domande e buona linearità di discorso. Apprezzo anche la riflessione finale per i cittadini aquilani! Teniamo vivo il ricordo di quei giorni, per apprezzare meglio ogni giorno che viviamo! Un grosso saluto, Leo, e continua sempre così. Armando.


Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013