Voce del verbo Moda. Incontri di stile

Giovanni Bertuccio - 12.10.2012 testo grande testo normale

Tags: moda, torino, circolo dei lettori, letture

Con 70 appuntamenti in programma, 20 spazi della città coinvolti, oltre 50 ospiti Voce del Verbo Moda accende per 7 giorni i riflettori sui protagonisti, le evoluzioni e le diverse anime della moda. Dal 15 al 21 ottobre a Torino.

Finalmente, potrebbero dire alcuni, la moda torna nella città che l'ha generata. Merito del Circolo dei Lettori con Voce del verbo Moda l'eccellenza italiana è di scena, fra storie di brand, marchi cool e vite vissute in onore della bellezza e dello stile, la moda non è solo arte o cultura ma è soprattutto industria, economia.
Non serve solo a riscaldarci o a sagomarci, sempre più spesso diventa una vera e propria maschera in cui non solo si confondono le identità, ma si vendono stili di vita. E lo still life italiano che attira turisti ed è venduto e desiderato all'estero è uno stile di vita a 360 gradi.
Investe tutta l'esistenza, dal cibo ai consumi, dallo sport alla moda: i vestiti, gli accessori, i locali, le amicizie. E' uno stile alto, altissimo e di lusso come ricorda Maria Luisa Coppola - vicepresidente della Camera di Commercio - e «non dobbiamo avere paura del lusso perché il mercato dell'eccellenza è un mercato di ricerca, di artigianato», e aggiunge che le sembra fuori luogo vedere di cattivo occhio chi compra una Ferrari, perché dà lavoro per settimane a migliaia di persone.

Il punto è proprio questo, il lusso pur se originale, finemente realizzato e ricercato nei materiali e nel design resta -soprattutto nella crisi nefasta in cui viviamo- un fattore di nicchia, e quindi non fa capo solo ai consumi ma soprattutto ai redditi. I quali dovrebbero essere molto alti per potersi permettere un Hermes, Ferragamo, Mirò ect..
Per non parlare del paradosso che sarebbe generato dal proporre ad una persona comunissima di comprare una Ferrari per smuovere l'economia, dal momento che tutti (ma forse non proprio tutti) facciamo economia nella nostra sfera privata quotidianamente e da troppo tempo ormai.

Lontano da una demagogia spicciola e mettendo a fuoco tutto il progetto, ciò che emerge non è tanto l'analogia tra moda e arte (quindi il suo ruolo nell'ambito della cultura), bensì il concetto che la moda fa soldi, e ne fa tanti perchè gioca con le emozioni, con i sogni, affina il gusto o proclama stili di vita che poi cinema e televisione esasperano.
Fra Made in Italy 100% e Made in Italy a metà Voce del verbo Moda punta su questa eccellenza tutta italiana, che esiste, è reale e ci fa essere orgogliosi di essere italiani. Peccato che sia più facile venderla all'estero che nei propri confini, soprattutto se si punta ad un pubblico vasto.
Di fatto, anche se rivolti a tutte le fashion victim -che come sempre si limiteranno a guardare le vetrine famose per poi comprare da Zara e H&M - questi sette giorni di certo punteranno un faro sulla moda e la sua storia, i suoi personaggi ed i relativi contributi, tuttavia, si presentano come una sorta di subdola "fiera della moda" in cui tutti i partecipanti puntino esclusivamente a "vendere" oltre che ad ottenere una lauta pubblicità.

Sette giornate per sette sezioni: Le parole della moda per posare uno sguardo su fenomeni e tendenze che trasformano il nostro modo d'essere. Lezioni e conversazioni con antropologi, sociologi, filosofi e scrittori per redigere un vocabolario della moda e dei suoi riti.

I protagonisti della moda, appuntamenti con stilisti e creativi di fama internazionale per indagare il pensiero e la visione del mondo che guida la creatività personale.

Storie di impresa, la moda attraverso la testimonianza di imprenditori italiani che hanno saputo ideare brand di portata internazionale.

Dalla cravatta al corsetto, passando per il tacco 12 e i bijoux, Voce del Verbo Moda propone al pubblico originali Lezioni di stile e Laboratori pratici e dimostrativi per conoscere il significato del dettaglio e definire il proprio stile. Tra i laboratori a cura di CNA, un workshop interattivo sul ricamo lanzese, tecnica basata sul patchwork di fiori e foglie lavorati all'uncinetto e D'oro e d'altri metalli un racconto sull'evoluzione della storia del bijou.

Le icone del passato: reading teatrali per conoscere da vicino i grandi nomi che hanno fatto la storia della moda, a partire dalle loro affascinanti biografie. Gli appuntamenti: martedì 16 ottobre, ore 21, al Teatro Carignano, Lettere a Yves di Pierre Bergé; giovedì 18 ottobre, ore 18, Boutique Hermès, L'avventura del lusso (Lindau, 2011) con Federico Rocca, fashion editor; sabato 20 ottobre ore 21, Teatro Carignano Elsa Shocking con l'attrice Lella Costa, reading dedicato alla stilista Elsa Schiaparelli e tratto dalla sua autobiografia (Alet, 2008).

Ancora, una serie di appuntamenti negli spazi cittadini con Eventi in città, incontri nei negozi e nelle boutique dove il gusto di ciascun brand si esprime nella sua cornice, per tessere un filo tra le più importanti realtà commerciali di Torino che operano nel settore. E gli itinerari culturali di La città in vetrina, alla scoperta di angoli visti e rivisti in cerca di emozioni nuove che possano raccontarci una Torino diversa da quella che, per abitudine, incontriamo quotidianamente.

Voce del Verbo Moda
15-21 ottobre

ideato da il Circolo dei lettori, realizzato con il sostegno di Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino, in collaborazione con Assessorato alla Cultura e al Turismo della Città di Torino, ASCOM - Confcommercio Torino e Provincia, con il contributo di Gruppo Miroglio e CNA - Confederazione Nazionale dell'artigianato e della Piccola e Media Impresa di Torino, media partner La Stampa.

Gli incontri sono a ingresso libero, salvo diversamente indicato nel programma. Reading in teatro dedicati a Yves Saint Laurent e Elsa Schiaparelli (16 ottobre e 20 ottobre ore 21 - Teatro Carignano) intero € 18 ridotto Carta Entusiasmo, Carta Giovani e Carta Stabile € 15. Prevendita biglietti: il Circolo del lettori e online www3.anyticket.it. Info e programma completo www.circololettori.it

Il Circolo dei lettori tel +39 011 4326827 info@circololettori.it

  • Voce del verbo Moda. Incontri di stile

  • Voce del verbo Moda. Incontri di stile

  • Voce del verbo Moda. Incontri di stile

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013