La moda in arte: Giovanni Boldini

Giulia Di Nitto - 06.09.2011 testo grande testo normale

Tags: moda in arte,Boldini, ritratti di donne, belle epoque

Giovanni Boldini: un pittore tra la moda, le donne e l'arte.

Giovanni Boldini, pittore che operò soprattutto nella seconda metà XIX secolo, è forse rimasto in ombra rispetto a altri artisti contemporanei ai suoi lavori; eppure il Boldini, ci ha lasciato in eredità un pezzo della storia della moda non indifferente.

I suoi lavori appassionati e sinceri di cui ci occuperemo, sono quelli dedicati alle nobildonne italiane e inglesi, molto vicine al suo mondo.
Boldini infatti, si forma a Firenze dove ben presto si inserisce in grandi circoli culturali, avvicinandosi alla realtà aristocratica, alto-borghese, che influenzerà il suo modo di dipingere,di ritrarre e il suo stile, sempre a contatto con questo mondo circoscritto.

L'astuzia del pittore ferrarese fu quella di individuare una tipologia artistica femminile colma di bellezza ed eleganza e di usarla per entrare a pieno titolo nella Società.
Molti lo definirono "l'artista della seduzione", il perché emerge dal tratto dei suoi ritratti, elegante, luminoso e impercettibile.

Alto solo 1,54, stempiato come si vede negli autoritratti, nella sua vita fu però circondato da donne splendide, rappresentate in pelliccia, in abiti da sera raffinatissimi. Le "divine", termine da lui coniato, facevano la fila per farsi ritrarre dal ferrarese emigrato poi a Parigi.

Tanto era la fedeltà, la minuziosità e la passione nel rappresentare abiti bellissimi che, la pittura del Boldini assunse il compito di nobilitare la moda.
Un esempio lampante è senza dubbio il ritratto dedicato alla marchesa Luisa Casati, un'icona della Belle Époque, una vera femme fatale, l'artista la ritrae vestita di nero, come amava vestirsi la donna, perché esaltava il bianco della sua pelle, con un ampio cappello.
La marchesa, dall'animo decisamente eccentrico, si adornava di piume di struzzo, portava lunghi fili di perle e pitoni veri,andava a passeggio con leopardi che indossavano collari di diamanti: voleva diventare un'opera d'arte vivente.

La moda del secolo è ben espressa anche dal Ritratto della principessa Marthe-Lucile Bibesc,l'abito di un colore neutro sembra quasi tridimensionale, un fiore nero spunta sul davanti e la lavorazione luccicante sul corpetto come la coroncina, è resa superbamente da veloci e nervosi colpi di pennello che incorniciano la sagoma dando un grande senso del movimento.
C'è da dire che Boldini, da vero gentiluomo nel ritrarre le donne, ne esaltava le caratteristiche migliori, allungava le gambe, mani, piedi, donandole un grande fascino.

Lo stile è unico, ed unisce precisione fotografica nei dettagli degli abiti a modernissimi tratti solo accennati: in Giovani donne sedute le mani delle signore sono fuse con la stoffa dei loro abiti, le dita affusolate non si distinguono dalla materia su cui poggiano. È un quadro che ben evidenzia la moda del secolo, le camicie sono rigorosamente con maniche a palloncino, il collarino e l'immancabile cappello.
In Berthe che legge la dedica su un ventaglio in piedi nel salotto, il vestito è messo assolutamente in primo piano: la stoffa, le pieghe, i colori sembrano voler prendere vita mentre lo guardiamo.

Senza dubbio Giovanni Boldini, percepì in modo più deciso il fascino della moda e della donna e cercò di esprimerlo e di in un certo qual modo "pubblicizzarlo" con i mezzi che aveva a disposizione, primo tra tutti, il suo immenso talento.

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

  • La moda in arte: Giovanni Boldini

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013