Il dottore dell'anima di Sabrina De Palma

Irene Spagnuolo - 01.03.2007 testo grande testo normale

Tags: navarra editore, sabrina de palma, il dottore dell'anima

Il primo impulso è definirlo un grande libro per le donne. E non perché gli uomini non possano capirlo o apprezzarlo. Anzi. Ma una certa ossessiva ricerca della verità, il tormento e l'autoanalisi, a tratti impietosa ed esasperata, a tratti indulgente e struggente, sono prerogative molto femminili.

Il primo impulso è definire Il dottore dell'anima di Sabrina De Palma un grande libro per le donne. E non perché gli uomini non possano capirlo o apprezzarlo. Anzi. Ma una certa ossessiva ricerca della verità, il tormento e l'autoanalisi, a tratti impietosa ed esasperata, a tratti indulgente e struggente, sono prerogative molto femminili.
La psicologa Sara è per tutti una persona felice: sposata ad un uomo che la adora, ricca, professionalmente appagata. Eppure lei è inquieta, triste, ansiosa. Pensa ad un vecchio amore, tradisce con il pensiero il marito, fa di tutto per cercare un contatto con lui.
E' travolta dalla voglia di sentirlo, di vederlo, di capire se anche lui conserva ancora la forza del sentimento che hanno vissuto ben sei anni prima.
Sara sta male, soffre, si sente ingiusta ed ingrata verso il marito ma non può fare a meno di sognare le vecchie emozioni, i momenti vissuti con l'antico amore.
Giulio, il marito, è un imprenditore di successo, serio, solido, legato ai valori della tradizione e della famiglia. Dario, l'altro, l'ex fidanzato di Sara, è un musicista appassionato e ribelle, che conduce una vita sregolata e da girovago.
I mondi che i due uomini rappresentano sono anche espressione della spaccatura che c'è in Sara. E' questo che lacera Sara, l'abisso che c'è tra la Sara innamorata di Dario e la Sara sposa di Giulio.
Quando però l'incontro con Dario diventa un appuntamento concreto, Sara non lo desidera più, torna alla sua vita, alla sua villa sul mare, al suo presente. Perché ?
In realtà Sara aveva "bisogno" di Dario per affrontare il suo presente, per capirsi e capire. Per credere davvero nel suo matrimonio, nella sua felicità, nella gravidanza che sta cercando con Giulio, Sara non deve avere dubbi, deve superare il passato e accettare se stessa.
I ricordi, i rimorsi, i rimpianti sono vissuti ed esaminati con estenuante e disperato affanno da Sara...le servono risposte, deve sapere chi è e cosa vuole davvero.
Sa che è come se avesse davanti due donne : Sara dalla vita privilegiata e lussuosa in procinto di diventare madre e Sara rapita e affascinata dai brividi sulla pelle provati e forse ancora provabili con il meraviglioso Dario.
E' un viaggio nell'anima quello che Sara compie con una lacerante altalena di sensazioni, istinti, riflessioni. In bilico tra la ragione e il cuore, tra la voglia di conoscersi e la paura di uscirne sconvolta, tra la tensione del disagio e l'urgenza degli impulsi.
Ed è un viaggio tra le pieghe della sua vita : dalla forza dei sentimenti al gusto frivolo della propria bellezza, dalla bruciante attrazione per l'uomo che le agita il sonno alla sua quotidianità di "signora" alle prese con bei vestiti, massaggi, parrucchiere, estetista, dal suo rigore professionale alla sua fragilità di donna in cerca di sé...
Sara deve fermarsi e ascoltarsi. Tentare, sfidare. Solo così trova la serenità in quello che è che ha. Dario può finalmente restare uno splendido ricordo. Un amore da serbare nella memoria senza che ciò tolga amore a Giulio.
Il dottore dell'anima non ci dice che ne sarà di Dario... Non ci dice cosa pensa del mancato arrivo di Sara all'appuntamento, non ci dice se soffre e soffrirà ancora.
Forse Sabrina De Palma ha "usato" Dario per il percorso verso la felicità di Sara, forse anche Dario capirà che è giunto il momento di "archiviare" serenamente il passato per guardare avanti...
E' una bella storia, brillantemente narrata da Sabrina De Palma che traduce con mirabile chiarezza il tortuoso, complicato e talvolta schizofrenico pensiero delle donne in amore e nella vita.

Sabrina De Palma, Il dottore dell'anima
NAVARRA EDITORE



Link Consigliati

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013