Oggi è Mercoledì 12 Dicembre 2018
[J] Cerca:
Feed RSS - AccessKey [D] Cosa sono i Feed RSS? - AccessKey [U]

E musical fu! - History - Alle origini di un genere... Parte I

Isabella Sala - 07.02.2007

Solo una decina di anni fa', nel 1997, veniva proposto in Italia il primo long running show, il musical Grease,(1)interpretato da Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia, per la regia di Saverio Marconi fondatore della Compagnia della Rancia e del gruppo Musical Italia.
Grease venne presentato nelle sole città di Roma e Milano, ma battè comunque ogni record di incassi e registrò il tutto esaurito al Teatro Sistina, per più di un anno.
Lo show di Marconi può essere considerato una sorta di spartiacque nel panorama del musical nostrano. Pur essendo una produzione tutta italiana, infatti, si ispira più alla maniera e all'estetica della musical comedy americana ed anglosassone, quella dei grandi successi di Broadway e Hollywood, che non alla commedia musicale di casa nostra, quella promossa da Garinei e Giovannini fra gli anni '50 e '70.

Per una definizione del genere Il termine musical, abbreviazione perlopiù di musical comedy o musical theatre, indica oggigiorno un genere teatrale, ma anche cinematografico, che si avvale di più tecniche espressive di tipo artistico: canto, danza, dramma e affini, per presentare in scena un'azione continuativa, centrata su una trama semplice ed immediata, dallo sviluppo coerente.
L'origine del genere é senza dubbio teatrale, legata all'ambiente di Broadway, e risale agli esordi del XX secolo . Non bisogna però sottovalutare lo sviluppo anche cinematografico del musical, per più di un motivo: anzitutto la reciproca influenza che ancor oggi si esercita tra i due filoni, ed in secondo luogo il successo che il film musicale continua a registare ( si pensi, ad esempio, ai lungometraggi d'animazione Disney). Inoltre, è necessario ricordare che fu il musical cinematografico ad essere esportato per primo in ambito extra-americano. Ciò avvenne soprattutto grazie alle produzioni MGM e ad una pletora di artisti assai noti alle platee internazionali: Fred Astaire e Ginger Rogers, Gene Kelly, Mickey Rooney, Judy Garland ecc...

Le origini del musical teatrale Un genere tanto eterogeneo, votato, si direbbe oggi, alla multidisciplinarità, dovette fare i conti, fin dalla nascita, con la varietà e la mescolanza. Parlando di musical non è certo possibile tracciare una genealogia netta, si devono, invece, citare tutta una serie di incroci ed innesti di generi teatrali, gli uni sugli altri.
A fine '800, nel distretto teatrale di Broadway, a New York, erano in voga più tipi di spettacolo sviluppatisi nella seconda metà del secolo in Europa. Fra questi spiccavano la commedia musicale, l'operetta, il vaudeville, la rivista (teatro di varietà) ed il burlesque. Si trattava di generi godibili, leggeri, facilmente fruibili e perciò impostisi ai pubblici popolari di Francia, Austria ed Inghilterra . Ognuna di queste tipologie di spettacolo aveva, naturalmente, una sua peculiarità e propri artisti.
La commedia musicale era imperniata su un'unica vicenda esile, a lieto fine, ed abusava di melodie orecchiabili, l'esempio più riuscito fu quello di Gilbert e Sullivan, in Inghilterra negli anni '80 del XIX secolo.L'operetta era invece costruita secondo una struttura più prosastica, in cui le parti cantate si intercalavano alle scene di recitazione come numeri a sé stanti, ed era animata da un gusto parodistico nei confronti del mondo borghese. Conobbe un primo periodo parigino satirico, con Offenbach, alla metà dell'800 e un secondo periodo viennese sentimentale e gaio, con Strauss e Lehár nella seconda metà del secolo fino alla Belle Epoque.
Il vaudeville, che nella versione europea somigliava più ad un dramma brillante, ricco di equivoci e situazioni piccanti, divenne in America una sorta di varietà, composto da esibizioni di acrobati, comici, brani cantati ecc... e quindi qualcosa di molto simile alla rivista, di cui ricalcava la struttura a numeri miscellanei, assiepati attorno ad un filo conduttore assai lieve. Nella rivista, il cui tempio americano fu il teatro di Florence Ziegfield a New York, era lo spettacolo in sé a contare, piuttosto che il contenuto.
L'importante era miscelare un po' di musica, di ballo, di recitazione, di canto e saperli ben condire con coreografie e costumi d'impatto. Nel caso del burlesque poi, erano soprattutto i costumi succinti e le gambe delle ballerine a fornire le chiavi del successo. Se in Inghilterra il burlesque era noto come genere parodistico fin dal XVII secolo, in America negli anni '20 e '30 del XX secolo divenne addirittura il contesto privilegiato dei numeri di spogliarello.
(continua...)

Note
(1) La prima ed originale produzione di Grease fu opera di Jim Jacobs e Warren Casey, e debuttò il 14 febbraio 1972 all'Eden Theatre di New York.
Indice immagini

Da sinistra a destra: locandina Grease, locandina commedia di Gilbert e Sullivan, Jacques Offenbach, Johann Strauss, Franz Lehàr, immagini da vaudeville americani.

Versione stampabile

Vacanze Marche
Catalogo Siti Web - Vendita siti web auto-aggiornabili
Spazio disponibile - per info clicca qui
CONTATTACI | NOTE LEGALI | PRIVACY | COPYRIGHT | NETIQUETTE | CREDITS | ACCESSIBILITA' | CSS | XHTML | Torna a inizio pagina - accesskey [0]
ROI campagne pubblicitarie