Tutti gli uomini di Milos Forman

Giorgia Passavanti - 08.05.2007 testo grande testo normale

Tags: L'ultimo inquisitore, Forman, Amadeus

Per una volta Francisco Goya non è l'autore di un ritratto bensì ne è il protagonista; infatti ne L'ultimo inquisitore (Goya's Ghosts), il regista ceco emigrato ad Hollywood Milos Forman decide di raccontarci attraverso gli occhi del sommo pittore di corte il turbolento periodo vissuto dalla Spagna a ridosso della conquista napoleonica.

Per una volta Francisco Goya non è l'autore di un ritratto bensì ne è il protagonista; infatti ne L'ultimo inquisitore (Goya's Ghosts ), il regista ceco emigrato ad Hollywood Milos Forman decide di raccontarci attraverso gli occhi del sommo pittore di corte il turbolento periodo vissuto dalla Spagna a ridosso della conquista napoleonica.
Così in una virtuale galleria d'arte di soli ritratti, Forman torna a prediligere la pittura moderna ricongiungendosi metaforicamente al Mozart di Amadeus del 1984, dopo aver esplorato i risvolti dei biopic contemporanei con Larry Flint (Larry Flint oltre o scandalo , 1996) e Andy Kaufman di Man on the moon 1999.
La filmografia di Forman non si esaurisce soltanto nella composizione di biografie di uomini illustri di vasariana memoria, anzi la sua opera dallo stile elegante, spesso frutto di grandi produzioni, furba nel saper cogliere le esigenze spettatoriali, travalica generi e stili, formando un indubbio percorso d'autore e segnando in più di un'occasione la filmografia del periodo (Gli amori di una bionda 1965, Qualcuno volò sul nido del cuculo 1975, Hair 1979,).
È innegabile, comunque, che nel corso della sua carriera, il regista abbia sempre avuto una particolare abilità nel saper cogliere e riprodurre le complesse sfumature dei suoi personaggi; questa sua propensione unita ad una curiosità per alcune personalità lo ha portato negli anni hollywoodiani a comporre film incentrati sulle biografie di personaggi celebri, inaugurate dal successo planetario di Amadeus.
Il regista affascinato dalla genialità, la esplora in ogni suo aspetto: nelle mani e nella mente del giovane compositore di Salisburgo, nello sguardo di Goya che penetra la realtà rendendo eterne le cause del terrore moderno, così come indaga quella ai limiti della follia che riesce a spiazzare il pubblico del comico Kaufman e permette a Larry Flint di sfidare le convenzioni borghesi con la sua ascesa nel mondo dell'editoria pornografica.
Egocentrici, ironici e soprattutto provocatori, questi sono gli uomini che Forman ha scelto di raccontarci, attraverso il velo di un'ironia costante; la provocazione e la follia vengono visualizzate, la prima attraverso dei processi veri e propri (Larry Flint, L'ultimo inquisitore) o dei confronti con chi detiene il potere di giudicare (l'imperatore e la corte in Amadeus, il pubblico in Man on the moon) mentre l'altra attraverso frequenti ambientazioni in manicomi o carceri per malati di mente.
Così simili attraverso i secoli eppure così profondamente differenti nel loro rapporto con gli altri, Forman adatta e diversifica le forme del racconto ai caratteri che decide di descrivere, in Amadeus e ne L'ultimo inquisitore, né Mozart e né Goya rappresentano i reali protagonisti della storia, ma mentre i flashback che ripercorrono l'ascesa e la decadenza del genio austriaco costituiscono il film, il pittore serve soprattutto come personaggio focalizzatore, attraverso il cui punto di vista passa la storia.
Il racconto di Man on the moon, invece, si accorda perfettamente allo stile surreale e destabilizzante che contraddistingue le performances del comico che sembra modellare egli stesso il film, sin dai titoli di testa quando decide chi tra il pubblico merita di vedere l'opera; in Larry Flint la narrazione classica che procede attraverso flashback è soprattutto al servizio di un'urgenza etica che deve stabilire come il cattivo gusto non sia una questione giuridica.
La complessità dei caratteri di Forman, dunque, si rispecchia totalmente nella forma delle sue opere che generano ritratti che in alcuni casi riescono a sostituire l'immaginario comune relativo a quell'uomo, quell'artista in ogni caso quel genio.

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

  • Tutti gli uomini di Milos Forman

Articoli Correlati

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013