Vadi, ragionier Fantozzi, vadi!

Simonetta Gallucci - 04.07.2017 testo grande testo normale

Tags: Paolo Villaggio, attore,comico

Morto all'età di 84 anni l'attore comico Paolo Villaggio. Domani 5 luglio verrà allestita la camera ardente, dalle ore 9.30 fino alle 16.30 presso la sala della Protomoteca.

Spesso accade che sul web vengano diffuse notizie false di morti famosi. Ed è così che, magari sbirciando sullo smartphone dello sconosciuto seduto di fianco a te in metropolitana, leggi: "Morto all'età di 84 anni l'attore Paolo Villaggio" e pensi: "Ci risiamo, la solita bufala estiva di quando non si ha nulla da dire". Ed invece poi scopri che è vero e rimani un po' stranito.
Ti rendi improvvisamente conto di quante e quante volte hai citato le battute dei suoi film e non c'è mai stato nessuno che non abbia colto la tua citazione nazional-popolare, capisci quanto fosse radicata la sua figura nei tuoi ricordi di bambina.

Villaggio ha esordito al cinema sul finire degli anni '60, ma è stato il suo ragionier Fantozzi a consacrarlo al successo ed all'eternità nel 1975. Molti di noi non erano ancora nati, eppure ne conoscono a menadito le pellicole, per le innumerevoli volte che sono state ritrasmesse in TV negli anni successivi. La sua era una comicità non fine a se stessa bensì permeata da una venatura di critica intelligente; le sue battute a dieci anni ti facevano ridere, a venti ti facevano sperare che il mondo vero non fosse così ed a trenta ti lasciavano in bocca l'amaro sapore delle verità scomode.

Il ragionier Fantozzi è sempre stato uno di noi, siamo stati noi almeno una volta nella vita. Quando ci siamo svegliati con l'ansia di timbrare il "cartellino", anche se con il nostro tocco cool l'abbiamo ribattezzato "badge", quando abbiamo fatto i conti su come concentrare le attività da fare al mattino per dormire qualche minuto in più, quando ci siamo lanciati in una corsa a perdifiato per prendere l'autobus, anche se non abbiamo mai pensato di calarci dal balcone per risparmiare tempo.
Il ragionier Fantozzi siamo stati noi, quando volevamo metterci a dieta ma colti da un attacco di fame abbiamo mangiato di nascosto, quando siamo stati incastrati in eventi aziendali dalla stessa portata catastrofica della coppa Cobram, quando abbiamo vissuto quelle giornate in cui sembrava che una nuvola carica di pioggia e sventura ci perseguitasse.
E siamo stati ancora noi, quando ci siamo innamorati perdutamente e non siamo mai riusciti a dirlo, quando ci siamo accontentati di una storia d'amore mediocre perché il nostro amore ideale era lì, a portata di abbraccio e fuori dalla nostra portata.
Il ragionier Fantozzi siamo stati noi, per tutte quelle volte in cui abbiamo voluto alzare la testa e denunciare le "cagate pazzesche" e per tutte quelle volte in cui la testa ce l'hanno ricacciata a forza verso il basso, china e sottomessa.

Per queste e un altro milione di ragioni ancora Villaggio non era un comico qualunque, per questo continueremo a citarlo nella vita di tutti i giorni, per questo ora un "esercito di ragionieri" lo piange.

  • Vadi, ragionier Fantozzi, vadi!

  • Vadi, ragionier Fantozzi, vadi!


zoomma video

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013