Il tuo ultimo, ''pesante'', sguardo

Simonetta Gallucci - 28.06.2017 testo grande testo normale

Tags: Festival di Cannes, Sean Penn, Charlize Theron, Javier Bardem

Sean Penn torna dietro la macchina da presa, dando vita ad un film "pesante", da intendersi non come "noioso", bensì come dotato di un peso specifico da non sottovalutare.

Sean Penn torna alla regia dopo il successo di Into the wild nel 2007, e lo fa con un film complesso, tormentato e difficile da digerire.
Al centro della storia la dottoressa Wren Petersen (Charlize Theron), direttrice, sulle orme del padre, di una ONG ed il dottor Miguel Leon (Javier Barden), un medico impegnato in una missione di aiuto sanitario. Sullo sfondo, una Liberia devastata dalla guerra, pervasa da un'insensata crudeltà che contamina anche l'amore tra i due, un amore che nasce sotto i colpi di fucile, cresce mischiandosi al sangue delle vittime e probabilmente non potrebbe esistere altrove.
Non risulta semplice dare una connotazione univoca a questa pellicola, si può soltanto andare per esclusione. Non è una storia d'amore tout-court, non è un film di denuncia; i due piani della narrazione si permeano talmente tanto l'uno nell'altro che risulta arduo districarli. E, soprattutto, non è un film di intrattenimento: non commuove, non crea empatia con i personaggi, ma piuttosto atterrisce e, in definitiva, disturba.
L'occhio della macchina da presa si sofferma con sguardo quasi chirurgico su immagini che molto probabilmente non vorremmo vedere, su morti accatastati, su budella tese a marcare una linea di confine tra ciò che la nostra mente può accettare e ciò che inconsciamente respinge. E non lo fa per perverso voyerismo, non c'è alcun intento retorico; in maniera chiara e senza mezze misure mostra quello che, per quanto ci sforziamo di non ammettere, accade quando la bestialità umana prende il sopravvento. Non vi è alcuna pretesa di fare la morale, il giusto e lo sbagliato sono ampiamente opinabili.
Il film procede per sottrazioni progressive: prima i dialoghi, ridotti all'essenziale, poi la musica, poi i sentimenti e, infine, la vita stessa. Con l'intelligente inserimento di Jared Harris, inglese, Adèle Exarchopoulos e Jean Reno, francesi, che rispettivamente interpretano il Dott. Faber, la volontaria Ellen ed il Dott. Love, la pellicola conquista una portata più internazionale, distaccandosi dall'americanata classica.

Probabilmente se il pubblico non fosse più interessato al termine della liason tra la Theron e Penn ed al gossip piuttosto che al film per quello che è, l'opinione complessiva non sarebbe quella che già circola sul web da quando la pellicola è stata presentata all'ultimo Festival di Cannes. Ma, si sa, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire e peggior cieco di chi non vuol vedere, quindi sentiamoci pure liberi di archiviarlo come ciofeca e tornare alle nostre faccende, che fine giugno è il periodo per andare al mare, non al cinema.

TITOLO ORIGINALE: THE LAST FACE
Regia: Sean Penn
Cast: Javier Bardem, Charlize Theron, Adèle Exarchopoulos, Jared Harris, Jean Reno
Anno: 2016
Produzione: USA
Durata: 130 min
Data uscita: giovedì 29 giugno 2017
Genere: drammatico

  • Il tuo ultimo, ''pesante'', sguardo

  • Il tuo ultimo, ''pesante'', sguardo

  • Il tuo ultimo, ''pesante'', sguardo

  • Il tuo ultimo, ''pesante'', sguardo


zoomma video

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013