Biografilm Festival 2017 - Io danzerò

Francesca Druidi - 12.06.2017 testo grande testo normale

Tags: Biografilm Festival 2017, Soko, Io danzerò, Loie Fuller

Se la danza è uno dei temi portanti dell’edizione 2017 del Biografilm Festival di Bologna, allora è facile comprendere come La danseuse - Io danzerò il titolo italiano - sia uno dei titoli più attesi del programma. La sua protagonista, l’attrice e musicista Soko, campeggia nel poster della manifestazione di cui è madrina, non rinunciando a fare un dj set negli spazi del Biografilm Park dedicati a musica dal vivo e street food.

Presentato in concorso a Cannes 2016 nella sezione Un Certain Regard, Io danzerò esprime la personalità di tre figure femminili forti e determinate: quella di Stéphanie Di Giusto, regista ma anche fotografa e art director, qui per la prima volta alla prova con un lungometraggio; quella della protagonista Soko, a cui Di Giusto ha da subito voluto affidare il ruolo, e Loïe Fuller, l'artista icona della Belle Epoque di cui La danseuse rappresenta la biografia romanzata.
Goffa ragazza del Midwest americano che sogna di fare l'attrice, Mary-Louise Fuller inventa a New York un innovativo modo di occupare lo spazio scenico con il movimento di teli trasparenti - la serpentine dance - ma solo compiendo il tragitto opposto a quello di migliaia di migranti, ossia dal nuovo al vecchio mondo, riesce ad affermare se stessa come un'artista a tutto tondo, imprenditrice ante litteram che progetta e architetta nei minimi dettagli le proprie coreografie, ricorrendo a invenzioni di luce, proiezioni di luci e dispositivi illuminotecnici all'avanguardia. A Parigi Mary-Louise diventa Loïe Fuller, si esibisce al Folies Bergère fino all'Opéra, incantando il pubblico così come gli artisti e gli intellettuali dell'epoca.
La messa in scena elegante e visivamente ricercata di Stéphanie Di Giusto sfrutta appieno il potenziale spettacolare e cinematografico dell'arte scenica di Loïe Fuller per restituire la contrapposizione tra l'effetto di eterea leggerezza scaturito dalle sue performance e il tremendo sforzo fisico richiesto. Il rapporto di Loïe con il suo corpo è una delle chiavi di lettura del film: se nella vita di tutti i giorni Loïe si sente inadeguata, nella danza riesce a trasfigurarsi, realizzandosi pienamente, anche a costo di costanti dolori e allenamenti. Per questo, diventa ancora più dolorosa e destabilizzante la fascinazione-rivalità con la giovane, bellissima e aggraziata Isadora Duncan (interpretata da Lily-Rose Depp), ballerina americana rappresentante di un tipo di movimento naturale e non supportato da artifici tecnici o materiali.
Stéphanie Di Giusto, che ha scritto la sceneggiatura con Sarah Thibau, ha voluto ritrarre una donna combattente oggi quasi consegnata all'oblio, tanto inquieta e fragile nell'animo quanto spinta da una creatività e un'energia indomite. La regista decide di non fare dell'omosessualità di Loïe Fuller un elemento centrale del film, che non trascura il rapporto con la fedele assistente Gabrielle (Mélanie Thierry) e il conte caduto in disgrazia Louis Dorsay (Gaspar Ulliel), personaggio inventato dalla regista.
Non tutto funziona dal punto di vista narrativo e della costruzione dei personaggi in Io danzerò, ma l'estetica è suggestiva e Soko è assai credibile nei panni dell'anticonformista Loïe Fuller, vera e propria pioniera dell'arte scenica in Europa agli albori del XX secolo.


DATA USCITA: 15 giugno 2017
GENERE: Biografico, Drammatico, Musicale
ANNO: 2016
REGIA: Stéphanie Di Giusto
ATTORI: Soko, Melanie Thierry, Lily-Rose Depp, Gaspard Ulliel, François Damiens, William Houston, Louis-Do de Lencquesaing, Amanda Plummer, David Bowles, Denis Ménochet, Tamzin Merchant
SCENEGGIATURA: Sarah Thibau, Stéphanie Di Giusto
FOTOGRAFIA: Benoît Debie
MONTAGGIO: Géraldine Mangenot
PRODUZIONE: Les Films du Fleuve, Les Productions du Trésor, Sirena Film
DISTRIBUZIONE: I Wonder Pictures
PAESE: Francia, Belgio
DURATA: 108 Min




  • Biografilm Festival 2017 - Io danzerò

  • Biografilm Festival 2017 - Io danzerò


zoomma video

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013