David di Donatello: ci siamo dati a ''La pazza gioia''

Simonetta Gallucci - 28.03.2017 testo grande testo normale

Tags: David di Donatello, premiazioni, david2017

Si è tenuta ieri sera la cerimonia di premiazione della 62esima edizione dei David di Donatello, la statuetta più ambita del cinema italiano.

Per il secondo anno di fila Alessandro Cattelan è il mattatore della cerimonia di premiazione dei David di Donatello, che si è svolta ieri 27 marzo presso gli Studi De Paolis di Roma, trasmessa in diretta sui canali Sky Cinema, Sky Uno e TV8.
Se il 2016 era stato l'anno di "Lo chiamavano Jeeg Robot", che aveva letteralmente sbancato, quest'anno la statuetta è stata molto più contesa. Alla fine, Virzi e Valeria Bruni Tedeschi hanno potuto darsi a "La pazza gioia", vincendo rispettivamente i premi come Miglior Film e Migliore Attrice Protagonista, Stefano Accorsi è andato "Veloce come il vento" sbaragliando la concorrenza ed aggiudicandosi il premio come Miglior Attore Protagonista ed ormai Edoardo De Angelis e la sua statuetta per la Miglior Sceneggiatura Originale sono "Indivisibili".
Nello spartirsi il bottino, i tre film sono riusciti a distribuirsi i premi per macro-categorie. Il film di Virzì, infatti, molto più nel solco della tradizionale tragicommedia italiana, per quanto emozionante e delicato, ha portato a casa ben cinque statuette, di cui tre nelle "categorie pesanti": Miglior Film, Migliore Regia e Migliore Attrice Protagonista. Il film di De Angelis e quello di Rovere, invece, hanno vinto sei statuette ciascuno, spartendosi equamente l'uno i premi artistici (oltre a Migliore Sceneggiatura Originale, tra gli altri, anche Miglior Musicista, Migliore Canzone Originale e Migliore Costumista) e l'altro quelli tecnici (fatta eccezione per la statuetta di Accorsi, gli altri premi sono stati assegnati, tra gli altri, per Miglior Suono, Migliore Fotografia e Migliori Effetti Digitali).
Quest'anno forse la competizione vedeva in gara molti più film di elevata qualità ma, se i premi principali sono ricaduti forse sulle scelte più ovvie, è interessante notare che film come "Veloce come il vento", un po' estranei alla forma mentis cinematografica italiana e frutto invece delle esperienze e degli stimoli ricevuti da una nuova generazione di registi, che hanno avuto modo di confrontarsi con il mondo, possano attirare l'attenzione e vincere addirittura premi così ambiti, quando fino a qualche anno fa non sarebbero stati nemmeno oggetto di candidature.

Non possiamo che augurarci che anche il prossimo anno cinematografico italiano ci riservi le stesse sorprese!

Qui di seguito tutti i premi:

MIGLIOR FILM
La pazza gioia di Paolo Virzì

MIGLIOR REGIA
Paolo Virzì per La pazza gioia MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Valeria Bruni Tedeschi per La pazza gioia

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
Stefano Accorsi per Veloce come il vento

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Antonia Truppo per Indivisibili

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
Valerio Mastandrea per Fiore

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
Michele D'Attanasio per Veloce come il vento

MIGLIORE MUSICISTA
Enzo Avitabile per Indivisibili

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
Abbi pietà di noi musica, testi di Enzo Avitabile interpretata da Enzo Avitabile, Angela e Marianna Fontana per Indivisibili

MIGLIORE SCENOGRAFO
Tonino Zera per La pazza gioia

MIGLIORE COSTUMISTA
Massimo Cantini Parrini per Indivisibili

MIGLIORE TRUCCATORE
Luca Mazzoccoli per Veloce come il vento

MIGLIORE ACCONCIATORE
Daniela Tartari per La pazza gioia

MIGLIORE MONTATORE
Gianni Vezzosi per Veloce come il vento

MIGLIOR SUONO
Pr. dir.: A. BONANNI – Mic.: D. DE SANTIS – Mont. e Creaz.: M.PERRI – Mix: M. MAZZUCCO per Veloce come il vento

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI
Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network per Veloce come il vento

DAVID GIOVANI
In guerra per amore di Pierfrancesco Diliberto

  • David di Donatello: ci siamo dati a ''La pazza gioia''

  • David di Donatello: ci siamo dati a ''La pazza gioia''

  • David di Donatello: ci siamo dati a ''La pazza gioia''

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013