GRILLO PARLANTE di Armando Ginesi - Alessandro Marcucci Pinoli. Arte e vita.

Armando Ginesi - 26.01.2012 testo grande testo normale

Tags: GRILLO PARLANTE, armando ginesi, alessandro marcucci pinoli, alexander museum

Alessandro Marcucci Pinoli in fondo ci dice – con la dovuta semiseria solennità con cui si annuncia una quartina di Nostradamus o una profezia dei Maya – che il tempo è giunto e la vita è diventata arte.

Piet Mondrian (il grande creatore del Neoplasticismo) ebbe a dire che un giorno l'arte sarebbe finita. E ciò sarebbe accaduto quando tutta la vita sarebbe diventata un puro atto estetico. I Dadaisti (e per tutti loro Marcel Duchamp) condivisero pienamente il pensiero ricercando l'estetico nell'extraestetico anzi, a volte, nell'antiestetico. Lo fecero, per esempio, con la poetica del ready made o dell'objets trouvés. Il bello nel brutto, perché no? E' la fine del discorso classico che era stato già minato da quello romantico. I futuristi si aggregarono alla tendenza con le loro giornate esistenziali e artistiche al tempo stesso, finanche con la propria cucina trasformata in estetica (pensate che anticipatori: guardate alla culinaria di oggi e ditemi se non è il senso del bello ad aver preso il posto di quello del buono – in senso gustativo – e se non è la vista ad essersi sostituita al gusto: si mangia più con gli occhi che non con le papille del sapore).
Alessandro Marcucci Pinoli, l'estroso creativo (pittore, scultore, scrittore, poeta, anagrammista, fine dicitore, arguto oratore e chi più ne ha più ne metta) in fondo ci dice – con la dovuta semiseria solennità con cui si annuncia una quartina di Nostradamus o una profezia dei Maya – che il tempo è giunto e la vita è diventata arte. L'esistenza ha interamente scoperto la propria dimensione creativa e si è trasformata in essa. Egli ce lo dice con lo sguardo, con un segno, con una pennellata, con una idea, con un pensiero, con un verso, con un guizzo, con una risata. Sarà vero? Io non ne sono per niente convinto, anzi temo che la qualità creativa stia tremendamente scemando, nell'uomo (infatti il rischio è che più passa il tempo e più diventi scemo). Ma tant'è: Alessandro Marcucci Pinoli sta lì a testimoniare che forse è vero il contrario di quel che vado pensando e dicendo io perché, vivaddio, lui è l'esempio probante dell'assunto. Magari adesso, galileianamente dovremmo aspettare di verificare in laboratorio la ripetibilità dell'esperimento. Però intanto il prototipo è lì, la natura l'ha generato e quindi ciò vuol dire che la cosa è possibile. Magari si tratta dell'inizio di un processo destinato a crescere, fino a diventare totalizzante, verità assoluta e smentita del mio pessimismo. Perché, ripeto, Nani, come gli amici amano chiamare il nostro fenomeno, è lì, prova provata che l'esistenza può diventare arte.
Quando il nostro soggetto parla, sorride, ammicca, racconta, si esibisce, scrive, canta (canterà pure? questo davvero non lo so), beve, ride, piange, prega, lo fa ricorrendo ai due elementi fondanti del linguaggio creativo che sono la metafora e il simbolo. La metafora è una traslazione di senso: e le metafore di Nani sono a doppio senso di marcia, vanno e vengono veloci come treni che si incontrano senza sfiorarsi e sommano almeno due (ma forse anche di più) orizzonti veritativi. Il simbolo è un concentrato di potenza emotiva: ogni risata propria o scatenata negli altri quando parla raccontando episodi di verità vera trasformata in finzione narrativa quali sono le barzellette, egli è come una bomba che deflagra spandendo intorno energia psichica. E Nani si trasforma così in una specie di kamikaze metaforico.
Dopo il Sapiens, il Sapiens-Sapiens, dopo il Neanderthal e il Cro Magnon ecco l' Homo Aestheticus, l'Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina, pittore, scultore, scrittore, poeta, anagrammista, fine dicitore, arguto oratore e che più ne sa più ne dica. Dimenticavo: anche straordinario imprenditore dell'accoglienza. Un uomo, insomma, impastato con l'arte che, forse, doveva essere l'argilla del tempo in cui a Dio venne in testa l' idea di costruire l'Eden con tutto quel che segue.



  • GRILLO PARLANTE di Armando Ginesi - Alessandro Marcucci Pinoli. Arte e vita.

  • GRILLO PARLANTE di Armando Ginesi - Alessandro Marcucci Pinoli. Arte e vita.

  • GRILLO PARLANTE di Armando Ginesi - Alessandro Marcucci Pinoli. Arte e vita.

  • GRILLO PARLANTE di Armando Ginesi - Alessandro Marcucci Pinoli. Arte e vita.

  • GRILLO PARLANTE di Armando Ginesi - Alessandro Marcucci Pinoli. Arte e vita.

  • GRILLO PARLANTE di Armando Ginesi - Alessandro Marcucci Pinoli. Arte e vita.

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013