ACQUISISCO SFUMATURE - Quando l'arte si avvicina all'affido familiare - Intervista all'artista Laura Morelli

Antonella Titomanlio - 18.09.2008 testo grande testo normale

Tags: arte collettiva, sociale,

In vista della mostra A FIDO_I wish you were here che inaugura a Milano venerdi 19 settembre, abbiamo chiesto all'artista Laura Morelli di parlarci della sua pratica artistica...

Emozioni? Tantissime. Profumo? Di caffe'. Contenuti? Reali. Coinvolgimento? Attivo.

La campagna di sensibilizzazione sull' affido familiare e' stata affidata dalla Direzione Cultura e Affari Sociali della Provincia di Milano a Laura Morelli, artista che abbiamo avuto il piacere di intervistare.
Ci racconta di se stessa e della sua pratica artistica attraverso questo e altri progetti…

A FIDO_ I wish you were here” 19-28 settembre in mostra a Milano in Via Corridoni 16. Una mostra collettiva di cui tu sei l'artista…
“ La mia sfida è stata di mettere in mostra la sensorialità ma il risultato è stato molto di più, sotto tutti i punti di vista. Molto di più perchè ho dovuto prima di tutto informarmi e studiare il tema dell'affidamento minorile e le leggi relative; molto di più perchè la mia metodologia di lavoro prevede un coinvolgimento attivo del tessuto sociale in cui opero al fine di stimolare la sensorialità; molto di più perchè questo progetto mi ha restituito una maggiore sensibilità empatica, ha arricchito un pezzo della mia vita come artista e come donna.”
E' proprio questo il segreto di Laura Morelli: empatia completa e totale con i soggetti coinvolti.
Lei con grande umiltà si sminuisce, e ci dice che “ grazie al filtro dell' Ufficio dei Minori e ad un mandato pubblico gli incontri con le persone sono stati semplici e piacevoli sin dall'inizio”. Laura ha chiesto in affido degli oggetti ai componenti delle famiglie affidatarie, piuttosto che ai bambini affidati o agli assistenti sociali. Ci racconta che “si sono tutti sentiti liberi nei tempi e nei modi: lo testimonia che questi oggetti raccolti sono tanto astratti quanto concreti, palloni come canzoni, utensili o racconti”. “ Io ho costruito una traccia generale del progetto, in cui penso che tutti possano starci comodi” vuol dire proprio questo: aver sviluppato una sensibilità tale da riuscire a tirare fuori dalle persone tutta la loro “ ricchezza emotiva”, e nel contempo aver saputo rispettare quel suggerimento del “gomitolo di lana bianco il cui filo attraversa uno ad uno tutti gli atolli per poi chiudersi in un grande cerchio”. Laura ci restituisce quel tessuto sociale carico di umanità e con anche qualche asprezza, parole di conforto ma anche una sega, senza censure, senza nessuna ricerca del bello o del giusto: l'emotività travalica l'espressione artistica per animarsi di vita vera.
Un'opera d'arte collettiva, una rappresentazione di contenuti; i nomi non son presenti, ma i cuori si, tutti; perchè un mare è più di un insieme di gocce.

Tappe della Provincia di Milano nel periodo settembre-novembre: Milano, Rho, Melegnano, Monza, Assago. (Si cercano finanziamenti per il catalogo!).
Inaugurazione a Milano in Via F. Corridoni 16, questo giovedi 19 settembre ore 12. Fateci sentire che ci siete e ci credete anche voi!

Altro progetto in corso dell'artista Laura Morelli che vi segnaliamo: Progetto Bunker.
Dunque Laura il 5 ottobre partirà per il Malawi come ombra di un gruppo musicale per raccogliere il materiale per il prossimo progetto.

Le immagini: vista dell'esposizione di Ponte San Pietro (Bg) gennaio 2008, e particolari dell'esposizione di Verdello (Bg) giugno 2008. Fotografie di Giovanni Diffidenti.

  • ACQUISISCO SFUMATURE - Quando l'arte si avvicina all'affido familiare - Intervista all'artista Laura Morelli

  • ACQUISISCO SFUMATURE - Quando l'arte si avvicina all'affido familiare - Intervista all'artista Laura Morelli