L'incanto delle donne del mare fotografate da Fosco Maraini

Isabella Rosa - 04.05.2007 testo grande testo normale

Tags: Maraini,Giappone,Festival Internazionale di Fotografia, Istituto Svizzero

Nell’ambito del Festival Internazionale di Fotografia di Roma, l’Istituto Svizzero ospita in questi giorni una mostra fotografica intitolata "L'incanto delle donne del mare fotografate da Fosco Maraini. La Ama di Hèkura nell'opera di Fosco Maraini", costituita da trenta scatti in bianco e nero realizzati sull’isola di Hèkura in Giappone da uno dei personaggi italiani culturalmente più prestigiosi del '900.

Fosco Maraini (1912-2004), padre della altrettanto nota Dacia, fu antropologo, alpinista, viaggiatore, etnologo, scrittore, nonché, appunto, fotografo.
Nel luglio del 1954, durante una permanenza di due mesi nelle isole di Hèkura e Mikurìa, situate al largo delle coste centro-occidentali del Giappone, realizzò questo reportage il cui tema è la popolazione degli Ama, o meglio le sue sopravvivenze, un popolo di pescatori un tempo ampiamente diffuso nell'arcipelago giapponese e menzionato già dalle cronache cinesi del III secolo d.C; una cultura dai tratti originali, la cui economia era basata quasi esclusivamente sulla raccolta di alghe e frutti di mare, in particolare sulla pesca dell'awabi (“orecchia di mare”), compito riservato alle giovani donne Ama che la praticavano in apnea lungo i fondali dell'isola, profondi anche venti metri.

Oltre al reportage fotografico, Fosco Maraini realizzò anche un vero e proprio documentario, proiettato nell'ambito dell'esposizione di Roma; le giovani Ama sono ritratte nel villaggio mentre si preparano per andare a pescare e in mare, sott'acqua, mentre raccolgono i molluschi staccandoli dalle rocce con l'aiuto di un particolare attrezzo. Scrive Maraini nel suo libro: “Le giovani erano spesso bellissime; i loro corpi gentili e forti scivolavano nell'acqua con la naturalezza di un essere che si trova nel proprio elemento. Ma le anziane, in genere molto meno avvenenti, con le tracce di numerose maternità nel petto, nel ventre o nei fianchi, riempivano di meraviglia e d'ammirazione per la loro bravura.”

Per realizzare queste foto subacquee Maraini, grazie all'esperienza fatta alcuni anni prima nelle isole Eolie, fece appositamente costruire dei particolari scafandri per le macchine da ripresa, anch'essi presenti nell'esposizione, un tempo perduti ma poi miracolosamente recuperati da un fotografo giapponese in un mercatino dell'antiquariato in Giappone.
Dopo la loro prima pubblicazione nel 1960 nel volume intitolato “L'isola delle pescatrici”, le foto in esposizione suscitarono un vivo interesse sia in Italia che all'estero, tanto che ne furono realizzate ben quattro edizioni italiane nel giro di quattro anni, nonché un'edizione anglo/americana, una norvegese, una tedesca e una giapponese, il cui corredo fotografico in quest'ultimo caso fu considerevolmente ridotto per opera della censura maoista.

Ad un così cospicuo successo dovette in gran parte contribuire l'abbondanza di nudi femminili, ma anche la particolarità dell'argomento e l'interesse del pubblico per paradisi lontani ancora incontaminati. Di lì a pochi anni, infatti, questa etnia si sarebbe completamente assimilata a quella giapponese, perdendo così le proprie tradizioni e peculiarità culturali, fortunatamente immortalate per sempre dalla splendida e amorevole opera di Fosco Maraini, cui l'Istituto Svizzero rende omaggio con questa mostra.


L'incanto delle donne del mare. Le Ama di Hèkura nell'opera di Fosco Maraini
Fino al 19 maggio 2007
Istituto Svizzero - Sala Elvetica
Via Liguria 20, Roma
Orari: dal lunedì al sabato, dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00
Ingresso libero
Info: tel. 06.4814234
roma@istitutosvizzero.it


  • L'incanto delle donne del mare fotografate da Fosco Maraini

  • L'incanto delle donne del mare fotografate da Fosco Maraini

  • L'incanto delle donne del mare fotografate da Fosco Maraini

  • L'incanto delle donne del mare fotografate da Fosco Maraini

Link Consigliati

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013