Pink Me Not: il mondo delle donne non è rosa

Redazione - 14.03.2017 testo grande testo normale

Tags: Pink Me Not, Casina Pompeiana, Identità, Susanna Crispino

Apre al pubblico il primo giorno di primavera la mostra collettiva Pink Me Not - L'identità femminile tra individualità e stereotipi.

Inserita nella rassegna Marzo Donna 2017, l'esposizione è curata da Susanna Crispino e riunisce i lavori di Adriana Del Vento, Angelo Ricciardi, Elisa Vladilo, Laure Keyrouz, Pasqualina Caiazzo e Vito Pace, chiamati a riflettere sul concetto di identità e su come viene costruita e percepita, nello specifico, quella delle donne.

Si può affermare che l'identità di un individuo coinvolga il Sé e l'Altro: il Sé ne possiede i principi, che esprime attraverso l'aspetto, il comportamento e lo stile di vita. L'Altro invece può solo percepirla attraverso le manifestazioni esterne e rielaborarla attraverso i propri valori, formazione e cultura.

Dal conflitto tra complessità dell'identità ed esigenza di semplificazione nascono gli stereotipi che, spesso, sedimentando all'interno del tessuto sociale, offrono una maschera dietro cui nascondere le motivazioni più profonde dell'esclusione di gruppi sociali o di interi generi.

È il caso delle donne, per le quali l'identità individuale soffre dell'elaborazione secolare di preconcetti, diversi in base alla latitudine, ma tutti ugualmente escludenti. Come, ad esempio, il pregiudizio che le vincola a valori attribuiti tradizionalmente al genere: bellezza, grazia, pudore, capacità di accudire gli altri, che si riflettono in un ruolo sociale e lavorativo estremamente circoscritto. Oppure quello che le vede incapaci di assolvere a compiti e mansioni tipicamente maschili per caratteristiche intrinseche, come l'emotività eccessiva, la mancanza di forza fisica o di predisposizione verso le scienze, pretendendo di limitarne ambizioni e ruoli di responsabilità.

Il titolo della mostra, Pink me not, indica simbolicamente il rifiuto del colore tradizionalmente legato al genere femminile, il rosa, a favore dell'individualità: ogni donna è una persona con caratteristiche, gusti, attitudini e valori propri, frutto di esperienze, formazione e personalità, ma soprattutto indipendenti dal semplice essere nata femmina.

La mostra sarà visitabile dal 22 al 28 marzo 2017, tutti i giorni esclusa la domenica, dalle ore 9,00 alle 18,00

Casina Pompeiana – Villa Comunale, Riviera di Chiaia
Info: 081 795 44 95 - Fb Casina Pompeiana ASCN

Catalogo disponibile dal 21 marzo sui siti:
www.susannacrispino.com
http://www.baustellenbuero.com/

Gli ultimi commenti

Dialoghi del silenzio - mostra personale di Pedro Zamora a cura di Massimiliano Bisazza
Città: Milano - Provincia: MI
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

Premio Letterario Nabokov e Premio Nabokov Racconti
Città: Lecce - Provincia: LE
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013

“L’ultima Foglia Che Cade” il primo singolo di Federica Morrone
Città: Roma - Provincia: RM
dal: 03-04-2013 al: 01-01-2013

ArtExpo Barcelona 2
Città: Barcellona - Provincia:
dal: 01-01-2013 al: 01-01-2013